Il sindaco Lepore contro l’esecutivo "Burocrazia soffocante, risposte in stallo"

"Positiva la nomina di Figliuolo, ma anche lui è soverchiato da troppi intralci"

Il sindaco Lepore contro l’esecutivo  "Burocrazia soffocante, risposte in stallo"

Il sindaco Lepore contro l’esecutivo "Burocrazia soffocante, risposte in stallo"

Il governo ha messo in campo "una burocrazia davvero soffocante. E questo sta soverchiando" anche il commissario Francesco Paolo Figliuolo. Per cui le risposte che i Comuni stanno aspettando "sono ancora in stand by". Il sindaco metropolitano Matteo Lepore analizza così la situazione al termine dell’incontro a Imola con il generale. "È positivo che sia stato nominato il commissario Figliuolo – spiega Lepore –. Devo dire però che è soverchiato dalla burocrazia e le risposte sono ancora in stand by. Noi abbiamo già mandato alla Regione l’elenco delle strade e gli interventi da fare, la vicepresidente Priolo le ha già comunicate anche alla struttura commissariale. Oggi ci viene detto che le risorse ci saranno – aggiunge –, ma occorre fare un’istruttoria e ci vorranno almeno due mesi. Ecco, credo che la burocrazia che in questo momento il governo ha messo in campo sia assolutamente soffocante rispetto alle risposte che cittadini e imprese devono avere". Lepore ricorda che nel bolognese sono stati 26 su 55 i Comuni colpiti dall’alluvione: "Oggi avevamo bisogno di dire al commissario prima di tutto che esiste anche Bologna che anche Bologna è stata colpita".

Anche l’assessore Massimo Bugani attacca il governo: "Bignami fa il ‘Pierino’, lasci lavorare Figliuolo e si faccia da parte. Il viceministro non ha deleghe né titoli, fino ad ora ha solo intralciato il dialogo tra governo e città di Bologna".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro