Il testacoda Il Mezzolara affonda a Carpi

Serie D La diga alzata da mister Roselli resiste per 70 minuti, poi la capolista dilaga con le reti di Rossi, Saporetti e Verza .

Il testacoda Il Mezzolara affonda a Carpi

Una fase di gioco del match fra il Carpi e il Mezzolara finito 3-0 (Fiocchi)

Il ‘testacoda’ del girone D di Serie D non porta bene al Mezzolara di Fabio Roselli che, sul campo della capolista Carpi, resiste per quasi 70 minuti per poi soccombere 3-0 nel finale sotto i colpi di Rossi, Saporetti e Verza. Ultimo in classifica a quota 19, il team budriese avrà bisogno di un autentico miracolo sportivo per evitare di retrocedere al termine della ventesima stagione consecutiva in quarta serie. Il margine per rialzarsi ci sarebbe anche considerando che, all’appello, mancano ancora sei partite, ma, calendario e statistiche alla mano, i biancazzurri appaiono purtroppo praticamente spacciati. Anche perché giovedì, nel turno infrasettimanale pre-pasquale, capitan Malagoli e compagni ospiteranno la seconda della classe Ravenna, per una gara che, almeno sulla carta, appare quantomeno proibitiva. Ma tornando alla sfida del ‘Cabassi’, nella prima frazione di gioco il Mezzolara si difende con ordine chiudendo tutti i varchi a Saporetti e co. La prima occasione dell’incontro è, addirittura, di stampo ospite: sugli sviluppi di una furibonda mischia in area derivata da un calcio di punizione battuto da Dominici, Muro calcia a botta sicura, ma Verza salva sulla linea. Al 31’, sul fronte opposto, è il locale Forapani a divorarsi il gol del vantaggio spedendo alto da due passi.

Nella ripresa, i padroni di casa guidati dal tecnico bolognese Cristian Serpini entrano in campo più decisi e, al quarto d’ora, Saporetti centra in pieno la traversa su cross di Mandelli. E’ il preludio al vantaggio, che arriverà al 23’ con un subentrato: è infatti l’ex Massimiliano Rossi, su sponda di Forapani, a girare alle spalle di Malagoli.

La band di Roselli accusa il colpo e, al 40’, i biancorossi carpigiani trovano il gol del raddoppio: Mandelli fa il vuoto sul suo out di competenza e, giunto sul fondo, mette in mezzo un pallone che Saporetti, dopo essersi visto rimpallare la prima conclusione, è bravo a spedire all’angolino. Il Mezzolara si getta disperatamente in avanti per cercare di riaprire l’incontro, ma la retroguardia locale non si fa mai sorprendre. In pieno recupero, il Carpi cala il tris: il neo-entrato Arrondini lavora un bel pallone e lo mette in mezzo per l’accorrente Verza che, di testa, batte per la terza volta l’incolpevole Malagoli.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro