Lavoro, 150mila euro per formare i giovani

Bologna e le Unioni dei Comuni dell’Appennino ammessi al bando dell’Anci dedicato agli aspiranti imprenditori tra i 18 e i 35 anni

Lavoro, 150mila euro per formare i giovani
Lavoro, 150mila euro per formare i giovani

Il Comune di Bologna con le Unioni dei Comuni dell’Appennino Bolognese, Savena-Idice e Reno-Lavino-Samoggia è stato ammesso alla fase di accompagnamento per realizzare i progetti del Bando Anci ’Giovani e Impresa’: a disposizione del territorio 150mila euro per interventi locali per l’orientamento dei giovani. Palazzo D’Accursio, in qualità di ente capofila si è posizionato quarto in graduatoria con un ottimo punteggio. La candidatura è stata curata dall’Ufficio Informagiovani e dall’Ufficio comune ’Sviluppo economico, imprese e occupazione’ di Comune e Città metropolitana, in collaborazione con le tre Unioni.

L’iter prevede ora che tutti i comuni in graduatoria partecipino al servizio di accompagnamento tecnico, svolto da Anci, per la predisposizione e la realizzazione del progetto esecutivo e del relativo piano finanziario. Il progetto ’Giovani imprese in cammino: potenziamento dei servizi territoriali per la nuova imprenditoria giovanile lungo i cammini dell’Appennino’ si rivolge a giovani aspiranti imprenditori di età compresa dai 18 ai 35 anni, e si pone l’obiettivo generale di potenziare, in termini di attività e servizi promossi, gli sportelli Progetti d’impresa, e di sviluppare nuovi sportelli, ponendo l’attenzione dei giovani ai servizi turistici connessi ai percorsi escursionistici e alle attività artigianali artistico/tradizionali. L’iniziativa, che si inserisce nel progetto Bis- Bologna Innovation Square, si svilupperà grazie alla partnership con Confcommercio Bologna, Confcooperative Terre d’Emilia, Confesercenti di Bologna, Cna Bologna, Kilowatt Soc Coop, Area Proxima Srl, e con la collaborazione di Art-Er e del Forum metropolitano degli spazi per l’innovazione. La fase preliminare prevede l’organizzazione di un ciclo di almeno sei incontri tematici per aumentare la consapevolezza delle potenzialità imprenditoriali e del territorio in ambito turistico/artigianale nei giovani residenti, la pubblicazione di avvisi di selezione per coinvolgere circa 15 giovani imprese/aspiranti imprenditori in tre percorsi della durata di tre mesi per la messa a punto di un’idea di impresa e del relativo business plan. Infine, saranno messe in campo azioni di comunicazione ed engagement anche attraverso strumenti innovativi.

"Siamo molto orgogliosi del risultato ottenuto ed entusiasti di poter definire ancora più nel dettaglio il progetto Giovani imprese in Cammino. Con Rosa Grimaldi, delegata alla promozione economica, imprese e start up, condividiamo l’obiettivo importante di avvicinare sempre più giovani al mondo imprenditoriale, anche con la finalità di innovare l’offerta turistica del territorio collinare e montano e di dare nuove prospettive alle attività artigianali, artistiche e tradizionali, che sono un patrimonio collettivo dell’Appennino", spiega Mattia Santori consigliere comunale delegato alle Politiche giovanili e al Turismo e presidente del Territorio turistico Bologna-Modena.

L’ammontare delle risorse destinate a finanziare i progetti è di 3 milioni di euro dal riparto 2020-2021 del Fondo per le politiche giovanili. Il finanziamento nazionale assegnato da Anci a ciascun progetto è di 150.000 euro.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro