Legalità, teatro e astronomia: lezioni alternative alla primaria

Una settimana di iniziative alla scuola della Berzantina con l’intervento di istituzioni e associazioni locali.

Legalità, teatro e astronomia: lezioni alternative alla primaria

Una settimana di iniziative alla scuola della Berzantina con l’intervento di istituzioni e associazioni locali.

Per una settimana i ragazzi della primaria della Berzantina, nel comune di Castel di Casio, hanno posato astucci e quaderni per dedicarsi ai laboratori pratici organizzati dalle insegnanti. A inizio marzo si è svolta la settimana alternativa del plesso scolastico, articolata in una lunga sequenza di attività dedicate ai 114 bambini delle 7 classi, realizzate in collaborazione con famiglie, associazioni e istituzioni del territorio.

L’iniziativa, che un tempo si chiamava prima vera, da più di vent’ anni è posta al centro della programmazione della scuola per molteplici ragioni educative. "Durante la settimana alternativa i bambini imparano facendo. Una bella occasione per approfondire il legame con le famiglie che partecipano ai laboratori, in alcuni casi organizzandoli direttamente". Rivela Claudia Vignali, vicepreside dell’Istituto Comprensivo, che prosegue: "Le attività extra scolastiche, svolte al termine del primo quadrimestre, caricano di energia i ragazzi permettendo loro di affrontare al meglio la seconda parte dell’anno. I laboratori di cucina, uncinetto e le proposte sportive, in collaborazione con il Coni, sono praticate da tempo, mentre altre attività sono state introdotte più recentemente. Fra le novità di questa edizione ci sono state la collaborazione con l’osservatorio astronomico di San Marcello Pistoiese, la macinatura del grano, un’attività proposta e realizzata dal nonno di un bambino e il laboratorio di lavorazione con l’argilla, con il supporto della scuola secondaria di Porretta Terme".

Durante la settimana ha avuto inizio, con la scrittura dei copioni, anche l’attività teatrale che si protrarrà fino allo spettacolo di fine anno. "Il teatro è importante – prosegue la vicepreside – perché favorisce la conoscenza tra i ragazzi delle diverse classi. Per i più grandi abbiamo pensato anche a iniziative sul bullismo e sulla legalità (nella foto), temi sempre più attuali. L’iniziativa è resa possibile dalle tante collaborazioni con le associazioni del territorio, tra cui il Girasondo, la scuola di danza Archè e la cooperativa Madreselva sul versante ambientale. Per noi insegnanti – conclude Claudia Vignali – è un’attività molto impegnativa, però i risultati si vedono e ne siamo tutti orgogliosi. Di sicuro l’importanza della settimana alternativa è aumentata nel post covid, al termine di un periodo in cui tutti noi, ragazzi, insegnanti e genitori, ci siamo allontanati gli uni dagli altri".

Fabio Marchioni

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro