L’opinione dei bolognesi: "Una scelta contro i cittadini": "No, serve solo un po’ di tempo"

Coupon spediti, commenti sul web e mail ricevute: la nostra indagine non si arresta. Più di 6.500 lettori hanno partecipato al questionario promosso da il Resto del Carlino.

L’opinione dei bolognesi: "Una scelta contro i cittadini": "No, serve solo un po’ di tempo"

L’opinione dei bolognesi: "Una scelta contro i cittadini": "No, serve solo un po’ di tempo"

Da quando il nostro quotidiano ha proposto ai lettori di esprimere la propria opinione sul modello di ’Città 30’, che sta coinvolgendo la maggior parte delle nostre strade urbane, le risposte sono state tantissime. Le mail ricevute e i coupon consegnati in portinieria della sede di via Mattei, così come i commenti rilasciati sul web, hanno raggiunto numeri altissimi e non intendono placarsi. Al sondaggio, infatti, stando ai dati di due giorni fa, hanno partecipato più di 6.500 cittadini. Le loro votazioni hanno stabilito un netto divario tra chi è contrario alla ’Città 30’ (80% dei votanti) e chi, invece, appoggia la trasformazione (20%).

***********

Non sono d’accordo. Prima bisogna sistemare la viabilità e il trasporto pubblico, poi si possono identificare le zone critiche: ’Città 30’ fatta come la stanno facendo è una cavolata. Non c’è più orario per gi autobus, che si raggiungono a vicenda con le linee precedenti. Siamo arrivati a vedere tre bus della linea 21 in via Beroaldo.

Coupon non firmato

***********

Sono d’accordo con la decisione. C’è talmente tanta sopraffazione dei veicoli, dalle macchine ai camion, sui pedoni e sui ciclisti, che mettere i 30 chilometri orari su tutte l’area urbana è il minimo.

Giorgio Ma.

***********

Assolutamente contrario al modello ’Città 30’. Per di più, sono contrario anche ai dissuasori che danneggiano le sospensioni e non educano. Serve autoresponsabilità.

Tagliando non firmato

***********

Mi trovo in accordo con il provvedimento. Come ogni novità bisogna farci l’abitudine, ma, sincronizzando i semafori per avere un’onda verde sulle strade principali, i tempi di percorrenza torneranno quasi normali. Tra un anno non ci si penserà quasi più, perché sarà la normalità.

Commento online

***********

È stata una decisione poco intelligente e di grande disagio. Al posto di migliorare, si peggiora. Siamo una famiglia che spesso necessita dei servizi pubblici, anche solo per raggiungere un ospedale o per muoversi a causa di urgenze.

Loredana

***********

Alcuni presentano rallentamenti gonfiati da lavori stradali, sabotaggi per motivi politici o personali. Propongo aggiustamenti sensati dove possibile.

Coupon non firmato

***********

Non condivido la scelta dei 30 chilometri orari fuori dal centro storico. In questi giorni per evitare le multe stavo sempre con lo sguardo sul contachilometri dello scooter, rischiando di non guardare la strada. Ai 30, poi, si rischia di cadere più facilmente. Perchè il Comune non ha attivato i controlli quando c’erano i 50 chilometri orari, ma lo ha fatto ora con i 30? È una velocità impossibile da rispettare. Anche se il Comune nega, questo provvedimento serve per fare cassa.

Daniela

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro