Lotta al cyberbullismo. Apre il Centro d’ascolto

Inaugurato lo sportello di orientamento dedicato agli adolescenti. Uno spazio per il benessere emotivo e la conoscenza della propria identità.

Lotta al cyberbullismo. Apre il Centro d’ascolto

Lotta al cyberbullismo. Apre il Centro d’ascolto

Si chiama ‘Punto e Basta’. E’ stato annunciato in occasione della giornata mondiale contro il bullismo e il cyberbullismo che si è celebrata ieri l’iniziativa del Centro per le famiglie dell’Unione Reno Lavino Samoggia il nuovo sportello di orientamento, ascolto e contrasto ad ogni tipo di discriminazione dedicato agli adolescenti di Casalecchio, Monte San Pietro, Sasso Marconi, Valsamoggia e Zola. Si tratta di uno spazio di ascolto e confronto individuale rivolto a ragazzi e ragazze dai 12 ai 18 anni, progettato e gestito dal Centro per le famiglie. Un servizio gratuito che ha sede alla Casa della solidarietà di Casalecchio affidato ad una educatrice.

"L’obiettivo è offrire un’opportunità educativa ai ragazzi per accompagnarli nel percorso di conoscenza della propria identità, trovare strategie per esprimere se stessi e per la prevenzione/riduzione di fenomeni di isolamento sociale e stress emotivo nella fase dell’adolescenza. Un aiuto per conoscere e riconoscere le discriminazioni di genere, culturali, razziali, sociali e sulle abilità" spiegano i promotori che aggiungono come questo sostegno sia rivolto anche a genitori, insegnanti ed educatori, quale spazio di confronto su tematiche legati alle scelte, identità e discriminazioni di ogni genere, per promuovere il benessere emotivo degli adolescenti e sostenere il loro percorso di crescita.Temi che sono stati affrontati ieri, in occasione dell’inaugurazione della panchina blu contro il bullismo negli spazi intorno alle scuole Moruzzi. E che verranno ripresi mercoledì prossimo 14 febbraio, quando è in programma una conferenza online gratuita per genitori di pre-adolescenti e adolescenti fra i 10 e i 18 anni dal titolo "Le difficoltà di apprendere in adolescenza: tra comportamenti oppositivi e ritiro sociale" organizzata sempre dal Centro per le famiglie in collaborazione con Anna Acari, psicologa e psicoterapeuta dell’Istituto Minotauro. Tra febbraio e marzo altri laboratori per genitori sugli stessi temi.

Lo sportello ‘Punto e Basta’ si aggiunge al servizio di ascolto individuale e gratuito già esistente rivolto ai giovani dai 12 ai 22 anni condotto da una psicologa che si occupa anche di affiancare i ragazzi nell’orientamento verso le scelte legate a percorsi scolastici e formativi o ad attività ricreative, sociali e del tempo libero. Per i minori l’accesso allo sportello avviene previo consenso di entrambi i genitori.

g.m.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro