Maltrattamenti ed estorsione. Ex marito allontanato da casa

Minacce di morte alla moglie per farsi dare soldi. Braccialetto elettronico. applicato a un 53enne. .

Maltrattamenti ed estorsione. Ex marito allontanato da casa

Maltrattamenti ed estorsione. Ex marito allontanato da casa

Maltratta ed estorce soldi all’ex moglie. I carabinieri della stazione di Crevalcore, mercoledì scorso, hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento alla persona offesa con applicazione del braccialetto elettronico. Provvedimenti disposti dall’autorità giudiziaria nei confronti di un 53enne italiano, separato, con precedenti di polizia, indagato per maltrattamenti ed estorsione nei confronti dell’ex moglie, 59enne, italiana, separata, incensurata. Il provvedimento è la conseguenza della querela sporta dalla donna, dopo anni di maltrattamenti subiti dall’ex marito. La signora ha raccontato ai militari dell’Arma di essere legalmente separata dal 53enne. Tuttavia, due anni fa, la donna, impietositasi, aveva deciso di ospitare l’uomo a casa sua, con il solo scopo di aiutarlo visto che l’ex marito dormiva per strada o in macchina. E l’anno scorso la convivenza aveva iniziato a degenerare, nonostante il profondo atto di generosità manifestato dalla signora, presumibilmente a causa della perdita del lavoro da parte del 53enne.

Infatti, da quel momento l’uomo aveva cominciato nuovamente a inveire nei confronti dell’ex moglie, manifestando atteggiamenti sempre più violenti. Ma non solo, perché le rivolgeva frasi ingiuriose minacciandola di morte. Atteggiamento aggressivo frequente, complice l’abuso di bevande alcoliche e di sostanze stupefacenti. L’uomo, con i suoi comportamenti, aveva creato tra le mura domestiche un clima oppressivo e pesante, tanto da rendere impossibile la convivenza. E gli episodi verificatisi nell’arco degli anni, hanno causato alla 59enne uno stato d’ansia e di paura. La donna ha anche riferito ai militari dell’Arma che l’ex marito, lo scorso gennaio, le aveva chiesto 40 euro per saldare un debito.

La signora gli aveva risposto di no e il 53enne l’aveva aggredita chiudendola in camera da letto e urlandole di dargli i soldi. Impaurita e preoccupata per la sua incolumità, la 59enne, dopo essersi recata a uno sportello bancario insieme all’ex marito, gli aveva dato la somma chiesta. E, dopo aver fatto rientro a casa, l’uomo le aveva preso con la forza le chiavi della macchina e si era allontanato alla guida dell’auto della donna. Alla luce di tutti questi accadimenti, i carabinieri, dopo aver rintracciato il 53enne, lo hanno sottoposto alla misura cautelare disposta dal giudice.

p. l. t.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro