Mezzolara colpito a freddo dall’ex Garavini. La reazione biancazzurra manca di lucidità

Il Mezzolara perde 1-0 nel derby con l'Imolese, con una rete di Garavini. Nonostante le occasioni create, i biancazzurri non riescono a trovare il pari. Prossimo impegno domenica contro la Certaldo, diretta rivale per la salvezza.

Mezzolara colpito a freddo dall’ex Garavini. La reazione biancazzurra manca di lucidità

Derby amaro per il Mezzolara, colpito dall’ex Garavini (Isolapress)

IMOLA

Inizia con una sconfitta di misura nel derby con l’Imolese il 2024 del Mezzolara di Romulo Togni. A decidere l’incontro, al 4’ del primo tempo, è stata un’incornata del grande ex Garavini, con il team budriese che, a causa di questo ko, resta al terzultimo posto in classifica a quota 13 punti. I biancazzurri sembrano approcciare bene l’incontro e, dopo appena due giri di orologio, Bovo impegna seriamente l’estremo difensore locale Laukzemis, all’esordio in campionato, con un calcio di punizione dalla sinistra.

Due minuti più tardi, però, i padroni di casa trovano il gol che deciderà la partita: su un cross dalla destra, Garavini sceglie bene il tempo di inserimento e, con un preciso colpo di testa, gonfia la rete alle spalle di Malagoli. Il Mezzolara non ci sta e, affamato di punti salvezza, si getta generosamente in avanti alla ricerca del pari, ma le numerose occasioni costruite sia su palla inattiva che in contropiede non producono, purtroppo, i frutti sperati. Dopo aver rischiato di subire l’1-1, anche l’Imolese si fa vedere in avanti: l’occasione migliore capita sui piedi di un altro ex, il centravanti Matteo Rizzi, che, al quarto d’ora, lascia partire una conclusione che manca di poco lo specchio della porta. Nella ripresa, la band di Togni rientra in campo con il chiaro intento di riacciuffare la sfida e, dopo una ventina di minuti interlocutori, al 26’ arriva una nitida palla-gol per il pareggio: al termine di una velocissima ripartenza, l’ultimo arrivato Vinci si invola tutto solo verso la porta avversaria, ma Laukzemis si fa trovare ancora una volta pronto chiudendo in uscita.

Nei minuti finali, la pressione ospite si fa sempre più intensa, ma la retroguardia rossoblù riesce a respingere senza grandi affanni tutte le offensive degli avanti biancazzurri. Archiviata la sconfitta, già da domani il Mezzolara inizierà a lavorare al massimo per preparare nel migliore dei modi la determinante sfida interna di domenica prossima contro la diretta rivale per la salvezza Certaldo, formazione toscana che occupa attualmente il penultimo posto a quota 11.

n. b.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro