"Mi candido perché qui crescono le mie figlie"

Fabiola Galeotti è il nome del centrodestra per la poltrona di sindaco. Sfiderà alle comunali l’ex comandante dei carabinieri Roberto Serafini.

"Mi candido perché qui crescono le mie figlie"

"Mi candido perché qui crescono le mie figlie"

Rinascita Loianese. Questo il nome della lista civica di centrodestra presentata, nella serata di mercoledì, dalla 42enne, originaria di Pietramala, Fabiola Galeotti (nella foto). È lei, infatti, la candidata alla poltrona da sindaco di Loiano per il centrodestra. Fabiola a Loiano ha studiato, ha trovato marito, è mamma di due bambine, esercita la libera professione di agrotecnico e ha convintamente scelto di vivere a Loiano. Ora ha deciso di impegnarsi per il paese che ama.

"Sono consapevole che si tratta di un’impresa impegnativa, ma sono disposta a spendermi per migliorare i servizi ai cittadini, a partire dalle scuole, l’ospedale, i servizi sociali, lo sport, il sostegno all’agricoltura, il rilancio del mercato, la collaborazione con le associazioni di volontari che operano sul territorio, il turismo, le strade, la sicurezza – ha riassunto nella presentazione al pubblico la Galeotti –. Mi sono già confrontata con tanti loianesi, donne e uomini, giovani e meno giovani, e così sono giunta alla decisione di candidarmi e che vale la pena scendere in campo affinché Loiano possa ritrovare slancio, fiducia e capacità attrattiva, per essere un luogo in cui vivere volentieri, lavorare, studiare, godendo di iniziative turistiche e culturali di qualità, in un ambiente e in una natura di assoluto valore".

"Da qui per me inizia un’avventura non da poco – prosegue la candidata –, ma sarò accompagnata da una squadra forte che presenterò strada facendo. Ribadisco che quello che mi ha spinto a prendere la decisione di correre alle amministrative è, in primo luogo, la mia famiglia: ho due bimbe, due ragazze ormai, che qui vivono e che qui cresceranno. È un territorio, il nostro di Loiano, bello, importante, con valore e potenziale sociali, storici e ambientali. Voglio che i giovani come le figlie possano avere il meglio di quello che Loiano può offrire. Un altro motivo importante è che Loiano deve essere rivalorizzato anche dagli enti con cui dobbiamo avere a che fare: Regione e Città Metropolitana soprattutto. Credo che, in quest’ottica, la cosa proritaria sarà valorizzare un territorio, partendo dalla sua manutenzione. Quello che è successo con l’alluvione di maggio è emblematico di come questo paese sia stato sottovalutato e trascurato". Tanti, poi, i progetti che verranno annunciati dalla Galeotti nel prossimo futuro. Ad ora l’unico suo sfidante è l’ex comandante della caserma locale dei carabinieri, Roberto Serafini, che corre con una lista civica.

Zoe Pederzini

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro