Musica e teatro, rinasce Villa Pini

Il Comune di Bologna mette a bando Villa Pini per trasformarla in un centro per le arti performative, offrendo la concessione gratuita per 4 anni a soggetti del terzo settore con esperienza nel settore. Il progetto mira a rivitalizzare l'area e promuovere scambi culturali con il quartiere. Scadenza per le candidature: 30 aprile.

Musica e teatro, rinasce Villa Pini

Musica e teatro, rinasce Villa Pini

Va a bando Villa Pini, l’edificio colonico di proprietà del Comune

che si trova in via del Carpentiere, all’interno del parco pubblico Vincenzo Tanara e del parco campagna di via Larga. L’obiettivo di Palazzo D’Accursio è farne un centro per lo sviluppo delle arti performative. L’avviso per l’assegnazione dell’immobile è stato pubblicato oggi e prevede la concessione per quattro anni in comodato d’uso gratuito. Il bando è rivolto a soggetti del terzo settore o raggruppamenti con esperienza in ambito delle arti performative, con sede operativa e attività sul territorio di Bologna, iscritti al Registro unico nazionale del terzo settore. La

villa è stata oggetto di un’importante ristrutturazione nel 2008 ed è all’interno di un’area verde di circa 11 ettari.

"La zona necessita di essere rivitalizzata per offrire ai residenti occasioni di incontro e scambio culturale – spiega il Comune di Bologna – oltre a sviluppare relazioni con il quartiere e le realtà circostanti". Il progetto di gestione proposto potrà focalizzarsi su: attività di formazione; residenze artistiche; condivisione di spazi per progetti di collaborazione nell’ambito delle arti performative quali teatro, danza, musica o altre attività artistiche interdisciplinari. Chi è interessato ha tempo fino al prossimo 30 aprile per presentare la domanda.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro