"Nel nostro paese non abbiamo bisogno di un sindaco ombra"

Martelli replica all’ex primo cittadino di Persiceto passato dal Pd ad Azione "Il bilancio è sanissimo".

"E’ chiaro che Crevalcore viene usata, da un ex sindaco di un comune a noi vicino, ora tornato alla politica dopo aver cambiato casacca e compagni di viaggio, per giochi di potere che nulla hanno a che fare con l’amministrare un territorio". A parlare è il sindaco Marco Martelli che interviene dopo la presa di posizione dell’ex sindaco di Persiceto, Renato Mazzuca, che ha lasciato il Pd per passare ad Azione divenendo coordinatore di Terre d’Acqua del partito. E ha affermato di appoggiare la lista civica, vicina al centrodestra, di Rosanna Resta alle prossime amministrative. Ma non solo, perché Mazzuca ha sottolineato che a Crevalcore "sarà portata a termine la ‘Ricostruzione’ post sisma e sarà sanato un bilancio troppo indebitato e debole per affrontare le sfide del futuro".

"Sento – continua Martelli – di fantomatici bilanci indebitati, ma basterà attendere il prossimo consiglio comunale per dimostrare quel che è vero con la presentazione del consuntivo del 2023. Ci si accorgerà non solo dell’equilibrio di bilancio, ma anche del bel gruzzolo che lasceremo in eredità alla giunta entrante, qualunque essa sia". E aggiunge: "Per quanto concerne la ‘Ricostruzione’, quella privata è ormai terminata; mentre quella pubblica è impostata e sta procedendo spedita come dimostrano i documenti. Crevalcore non ha bisogno di sindaci ombra, soprattutto se questi ultimi non conoscono la nostra cittadina e la sua storia. E non è terra di conquista per chiunque abbia scopi diversi da quello del bene del territorio".

p. l. t.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro