Niente primarie, Pd spaccato. Masetti: "Non siamo stati coinvolti"

Il vicesindaco di Casalecchio critica la scelta: "Il tavolo di coalizione non è stato mai convocato".

Niente primarie, Pd spaccato. Masetti: "Non siamo stati coinvolti"
Niente primarie, Pd spaccato. Masetti: "Non siamo stati coinvolti"

Non si contano i mal di pancia nella coalizione di centrosinistra a Casalecchio all’indomani della scelta del Pd di rinunciare alle primarie e di indicare Matteo Ruggeri, attuale assessore allo Sport, come candidato unico a sindaco alle elezioni comunali di giugno prossimo.

Intanto, Saverio Vecchia, il candidato escluso, ha già presentato ricorso alla Commissione di garanzia del Pd.

"Ci sarebbe piaciuto un maggiore coinvolgimento, invece siamo stati tenuti sempre ai margini", sbotta Massimo Masetti, attuale vice sindaco e leader della lista ’Evviva Casalecchio’ che sostiene la Giunta del sindaco Massimo Bosso con due consiglieri. "In questi mesi – aggiunge Masetti – siamo stati costretti a rincorrere le voci sui possibili candidati, ma mai ci è stato chiesto di parlare di programmi. Il tavolo di coalizione non è stato mai convocato".

Più drastico il commento di Azione Metropolitana. "Questa vicenda interna al Pd – si legge in un comunicato – conferma come non vi siano al momento le condizioni politiche per partecipare al tavolo di coalizione del centrosinistra. Nonostante i diversi contatti con il sindaco Bosso e con diversi esponenti del Pd, Azione parteciperà al tavolo di coalizione di centrosinistra (convocato per il 9 gennaio, ndr), che di fatto non esiste, come evidenziato anche da altre forze politiche di maggioranza. Azione non ha mai espresso pregiudiziali nè rispetto ai singoli nomi, nè rispetto al metodo di selezione, attraverso le primarie o le consultazioni. Azione non ha inteso e non intende partecipare a quella che appare come una guerra interna al Pd ed alle sue correnti". Matteo Ruggeri per adesso raccoglie il sostegno della lista Casalecchio da Vivere che ha un solo consigliere.

"Sono molto soddisfatta del lavoro di Ruggeri in Giunta", commenta Barbara Negroni, assessora all’Ambiente e animatrice di questa lista. "La mancata convocazione del tavolo di coalizione – sostiene Alice Morotti, segretaria comunale del Pd – è dovuta al fatto che le liste che appoggiano Bosso erano impegnate nelle loro discussioni interne. E le primarie le abbiamo scartate perché non c’erano altri candidati nella coalizione".

Nicodemo Mele

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro