Parte a Roda il cantiere del nuovo depuratore

L’impianto, realizzato da Hera,costerà 2 milioni e sarà terminato nel 2025. Il sindaco Masinara: "Un’opera che il nostro comune attendeva da tempo".

Parte a Roda il cantiere del nuovo depuratore

Parte a Roda il cantiere del nuovo depuratore

Un investimento in favore dell’ambiente e al servizio dei cittadini. Sono iniziati in località Roda a Camugnano i lavori di Hera per realizzare il nuovo depuratore delle acque reflue urbane. Sarà un salto di qualità notevole per il territorio del comune appenninico, che avrà a disposizione un impianto in grado di generare benefici ambientali e soddisfare una platea più ampia di abitanti. Andrà dunque in soffitta il dispositivo in funzione attualmente, non più adeguato a far fronte alle necessità del territorio.

Il progetto del nuovo depuratore, spiega una nota di Hera, nasce a valle di una serie di provvedimenti con cui la Regione ha inserito l’adeguamento dell’impianto di Camugnano tra gli interventi prioritari. La realizzazione dell’impianto è interamente finanziata da Hera con un investimento di oltre 2 milioni di euro. La stima è di terminare i lavori nel giro di 17 mesi, in modo da mettere in funzione il nuovo depuratore a giugno 2025. "L’investimento per realizzare il nuovo depuratore di Camugnano – afferma Paolo Gelli, responsabile Operations Idrico Gruppo Hera per l’area di Bologna – rientra a pieno titolo nella strategia del Gruppo Hera di alimentare progetti e attività in grado di rafforzare la resilienza e generare valore condiviso e sviluppo sostenibile nei territori serviti. L’impianto che abbiamo appena iniziato a costruire sarà all’avanguardia nel rispetto di parametri di qualità sempre più accurati. Ci confermiamo così un partner di riferimento per le comunità locali con l’obiettivo di accompagnarle nella transizione ecologica e salvaguardare sempre di più le risorse".

"Il nostro comune aspettava da tempo l’avvio dei lavori di questo impianto – dichiara Marco Masinara, sindaco di Camugnano –. È un’opera che migliora l’attuale sistema fognante di raccolta e smaltimento dei reflui. Grazie alla collaborazione fra Comune e Hera, siamo riusciti a creare le condizioni per garantire un accesso indipendente all’impianto preservando la viabilità storica di accesso alla borgata di Roda. Ringrazio i privati che hanno ceduto i terreni interessati dall’intervento e auspico che i tempi contrattuali vengano mantenuti. Metto in agenda l’inaugurazione del nuovo impianto per luglio 2025. Buon lavoro a tutti". Il nuovo depuratore è in corso di realizzazione in località Roda. L’accesso all’area sarà possibile grazie alla nuova viabilità di progetto che verrà attuata a partire dalla Strada Provinciale 62. L’opera non interferisce con le caratteristiche del territorio nel quale sarà realizzata, prevalentemente agricolo con pochi insediamenti, e il consumo di suolo sarà minimo. Le infrastrutture del nuovo impianto sono parzialmente interrate, pertanto non sarà modificato lo skyline naturale della zona anche grazie alla vegetazione prevista dal progetto.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro