Fa il pieno di metano e paga con una banconota falsa, denunciato un 45enne

La banconota da 20 euro, che riportava la scritta “This is not legal. It is to be used for motion props”, è stata sequestrata dai carabinieri

La banconota è stata sequestrata dai carabinieri

La banconota è stata sequestrata dai carabinieri

Bologna, 22 febbraio 2024 - Ha fatto il pieno di metano e poi ha pagato il carburante con una banconota falsa, riuscendo a scappare in auto. Convinto che il trucco avesse funzionato, qualche settimana dopo si è presentato dallo stesso benzinaio che lo ha riconosciuto e ha allertato i carabinieri. L'uomo, un quarantacinquenne di origine marocchina, è stato denunciato con l'accusa di spendita di monete falsificate e truffa.

Tutto è iniziato nella tarda serata del 22 gennaio quando il quarantacinquenne, residente fuori provincia, già noto alle forze dell’ordine, a bordo di un’utilitaria grigia è andato a fare rifornimento di metano in un distributore di carburante nel quartiere San Donato-San Vitale. Al momento del pagamento l’automobilista ha consegnato all’addetto del distributore una banconota da 20 euro. Il benzinaio, appena si è reso conto che quella che aveva tra le mani era una banconota falsa, in quanto molto leggera e priva delle classiche zigrinature presenti sulla parte laterale delle banconote, ha cercato di rincorrere l’uomo che è salito in macchina e si è allontanato.

Convinto che il trucco fosse filato liscio, il quarantacinquenne dopo una settimana è ritornato allo stesso distributore per fare rifornimento, ma è stato riconosciuto dal benzinaio che ha allertato i carabinieri. I militari dell'Arma della stazione di Granarolo dell’Emilia hanno avviato le indagini partendo proprio dalla targa del veicolo utilizzato dal truffatore che non ha potuto non ammettere le proprie colpe, anche perché sulla parte laterale della banconota è riportata la dicitura in inglese: “This is not legal. It is to be used for motion props”. La banconota in questione è stata sequestrata e il quarantacinquenne è stato denunciato per spendita di monete falsificate e truffa.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro