’Pillole di movimento’. Le società al centro di tutto

L’iniziativa organizzata dalla Uisp: gratis l’accesso a piscine e palestre. Paola Paltretti, presidente: "A disposizione strutture e professionisti". .

’Pillole di movimento’. Le società al centro di tutto

’Pillole di movimento’. Le società al centro di tutto

Un trampolino per avvicinarsi al mondo dell’attività fisica, con la volontà di trasformare il movimento in un elemento centrale della propria vita. La volontà di Uisp si concretizza nella campagna di sensibilizzazione Pillole di Movimento, di cui Qn - il Resto del Carlino è media partner, che si trova ora nel pieno del suo svolgimento: le attività sportive gratuite offerte ai cittadini, infatti, termineranno il 29 febbraio nelle piscine e il 31 marzo nelle palestre.

Paola Paltretti, presidente Uisp, tutto è possibile grazie alle società sportive.

"Le società sportive sono l’anima del progetto, perché mettono a disposizione le gratuità, accogliendo le persone nelle strutture. Non si tratta di percorsi meno strutturati, ma di corsi, servizi e attività offerte di qualità e ricche di professionalità".

Qual è l’offerta?

"Proponiamo corsi adatti ai sedentari, dal fitness al nuoto. Gli insegnanti sono preparati, capaci di accogliere tutti: non c’è l’ossessione per la perfezione e i partecipanti si sentono a proprio agio, con gli altri e con sé stessi. I professionisti consigliano a ciascuno l’attività più adatta, in un’ottica di socialità. Il movimento crea relazioni".

Quali sono le società?

"Il programma si estende lungo tutta la provincia. Tra le società, oltre a Uisp, ci sono il Gruppo Sportivo Riale Asd, Shotokan Club e le Polisportive Masi, Monteveglio, Pontevecchio e Sport 2000. Alla lista si aggiungono Sempre Avanti A.s.d. e Soggese Community. Poi, Unione Polisportiva Persicetana e Unione Sportiva Zola Ssd A.r.l.

Come sta andando l’edizione?

"Siamo nel cuore dell’iniziativa. I cittadini sono andati nelle farmacie a ritirare le scatole di Pillole di Movimento e hanno telefonato le palestre e le piscine per chiedere informazioni. Ora stanno frequentando i corsi".

Quante persone stanno partecipando?

"Le società stanno registrando un trend positivo, con richieste in aumento. Non abbiamo i dati finali, visto che siamo ancora in corso d’opera, ma c’è già un dato molto interessante".

Cioè?

"Abbiamo ricevuto richieste anche da persone over 50. Negli anni passati era la fascia tra i 20 e i 30 anni a essere più numerosa. Ora, invece, sono le persone più adulte a partecipare, interessate in particolare alla ginnastica in acqua. Tra i contatti, sono circa il 70% le donne che aderiscono".

Possiamo dire di aver raggiunto l’obiettivo?

"Il cuore del progetto è avvicinare al movimento le persone sedentarie, da chi non ha mai svolto attività fisica a chi l’ha smessa".

Mariateresa Mastromarino

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro