Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
21 apr 2022

Rissa in un locale, Daspo per sei ragazzi

I giovani, tra i 20 e i 30 anni, sono stati denunciati dai carabinieri e per due anni non potranno più entrare alla ’ Rotonda sul Pane’

21 apr 2022
La rissa scoppiata nel locale è diventata ancora più violenta all’esterno
La rissa scoppiata nel locale è diventata ancora più violenta all’esterno
La rissa scoppiata nel locale è diventata ancora più violenta all’esterno
La rissa scoppiata nel locale è diventata ancora più violenta all’esterno
La rissa scoppiata nel locale è diventata ancora più violenta all’esterno
La rissa scoppiata nel locale è diventata ancora più violenta all’esterno

Doveva essere uno scherzo, quello smartphone nascosto a un 31enne di Sant’Agata Bolognese mentre si trovava all’interno del locale Rotonda sul Pane a San Giovanni in Persiceto. E invece, lo scherzo è presto degenerato, sfociando la notte dello scorso 26 febbraio, all’una e mezza circa, in una violenta rissa con tanto di ’bicchierate’ in testa tra i coinvolti. Una scazzottata da saloon del selvaggio West nata, secondo le indagini condotte sull’accaduto, proprio a seguito di un bicchiere lanciato dalla vittima dello scherzo a chi gli avrebbe preso lo smartphone (una ragazza di 24 anni).

La rissa così scatenata, secondo le ricostruzioni dei carabinieri della compagnia di San Giovanni in Persiceto, è avvenuta all’esterno della Rotonda sul Pane, dopo che il personale del locale aveva per primo allontanato i sei coinvolti dall’interno, una volta che i toni avevano cominciato ad accendersi ad anticamera al lancio di bicchieri. Ma l’allontanamento e il successivo allarme lanciato dal locale ai carabinieri non è bastato insomma per sedare gli animi di sei persone, rimaste coinvolte così in una rissa al termine della quale due dei protagonisti, il 31enne di Sant’Agata e la ragazza di Calderara di 24 anni che avrebbe dato inizio allo scherzo, sono anche rimasti feriti rispettivamente con 30 giorni e 8 giorni di prognosi per tagli e lesioni varie.

Quel fatto tanto violento, che subito portò a quattro denunce per rissa a quattro dei protagonisti – uno dei quali, un 21enne di Sala Bolognese rimediò nella circostanza anche una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale per il comportamento violento nei confronti dei militari – ora si è allargato, portando al termine delle indagini ad altre due denunce da parte dei carabinieri, oltre al provvedimento dell’obbligo di firma per un anno nei confronti di due dei sei accusati di rissa, questo in considerazione della pericolosità sociale in relazione ai precedenti di cui erano gravati i due. Tutti quanti i denunciati poi, a cui si aggiungono un ventenne e un trentenne anch’essi di Sala, sono stati colpiti da un Daspo urbano, che prevede il divieto di avvicinamento a esercizi pubblici e locali. Per la precisione, l’interdizione nei confronti dei 5 uomini e la donna vieta l’accesso e lo stazionamento nelle vicinanze de La Rotonda sul Pane e questo divieto ha la durata di due anni. In caso di violazione poi, i sei rischieranno di andare incontro all’arresto fino a un anno.

Francesco Zuppiroli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?