"Se sarò eletto, la parola d’ordine del mio mandato sarà uguaglianza"

L’assessore Paolo Gurgone sfida il vicesindaco De Paoli alle primarie del Pd: "Tutti devono avere le stesse opportunità"

"Se sarò eletto, la parola d’ordine del mio mandato sarà uguaglianza"

L’assessore comunale Paolo Gurgone punta alla poltrona di sindaco

A tu per tu con l’assessore comunale Paolo Gurgone, con deleghe alle Politiche per l’infanzia, istruzione, Città multietnica, Sanità, Legalità,e che si candida alle prossime amministrative di Castel Maggiore. E che si dovrà confrontare con il vicesindaco Luca De Paoli alle primarie del Pd di domenica.

"Se sarò eletto primo cittadino – dice Gurgone – la parola d’ordine del mio mandato amministrativo sarà uguaglianza. L’uguaglianza nasce dalla creazione di opportunità per tutti, a partire dall’accesso all’istruzione, con servizi da garantire come trasporto, refezione e assistenza al pasto, pre e post scuola, supporto alle disabilità. Ma anche offerta di attività formative e ambienti scolastici di qualità". Secondo l’assessore, l’uguaglianza è sinonimo di diritto alla casa. Un tema a cui tiene particolarmente e sul quale si sta impegnando da anni, ritenendo necessario infatti costituire un fondo pubblico per sostenere l’affitto e favorire l’immissione sul mercato di immobili più accessibili per le giovani coppie e per le famiglie meno abbienti. "Stiamo poi ripensando – continua Gurgone – all’edilizia residenziale pubblica. In via Matteotti una palazzina sarà completamente ristrutturata secondo idee di housing sociale per soggetti fragili e ospiterà servizi comuni con anche un ambulatorio. Per quanto riguarda la salute, abbiamo avviato il percorso per la realizzazione della Casa di comunità. Sul fronte sicurezza penso al sostegno alle forze dell’ordine per l’attività di controllo del territorio. Ma penso anche al potenziamento della pubblica illuminazione nelle aree periferiche e isolate, all’aumento della già ampia dotazione di telecamere e all’estensione dei gruppi di vicinato. Non dimenticando la manutenzione degli edifici pubblici, delle strade e dei tanti spazi verdi. E c’è la questione della sicurezza idraulica del Navile e del Reno".

Riguardo la gestione dei rifiuti, l’obiettivo è incrementare la quantità e qualità della raccolta differenziata attraverso la tariffazione puntuale. Occorre migliorare e rendere più fruibili i centri di raccolta degli ingombranti e introdurre le unità mobili di raccolta oltre che a Trebbo anche a Primo Maggio e Sabbiuno. "Per il trasporto pubblico - aggiunge l’assessore –, occorre sostenere la scelta di politiche che portino all’integrazione tariffaria. Cioè un biglietto unico metropolitano per bus, treno e tram, che significa utilizzare i diversi mezzi con lo stesso titolo di viaggio e alla stessa tariffa, per il tratto fino a Bologna e l’area urbana".

Pier Luigi Trombetta

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro