Sgombero a Bologna ad alta tensione: scontri, feriti e traffico in tilt in via Mazzini

Nell’ex istituto Santa Giuliana, occupato dal collettivo Luna, era stato allestito uno studentato abusivo. I ragazzi del collettivo hanno messo una tenda in mezzo alla strada. L’opposizione attacca: c’era anche un consigliere comunale alleato di Lepore

Bologna, 17 ottobre 2023 – Fumogeni, scontri con la polizia, feriti (una ragazza tra i manifestanti) e traffico in tilt in via Mazzini (foto) dove questa mattina, polizia e carabinieri sono arrivati intorno alle 9,30 per avviare le operazioni di sgombero dell’Istituto Santa Giuliana, edificio di proprietà di una congregazione di suore occupato due settimane fa dal collettivo Luna con l'intenzione di dare alloggi a chi è senza casa. All'interno sono state trovate alcune decine di persone, che sono state fatte uscire. Nell’ex convitto delle suore il collettivo aveva allestito uno studentato “abusivo”.

Bloccata via Mazzini: fumogeni e traffico in titl

La protesta degli occupanti, una cinquantina circa, si è quindi riversata in strada: armati di megafoni, striscioni e fumogeni, i ragazzi del collettivo Luna hanno infatti bloccato il traffico in via Mazzini. Sono stati registrati anche momenti di tensione tra i manifestanti e la polizia: due poliziotti e una ragazza del collettivo sono stati soccorsi. 

E i ragazzi del collettivo per tutta risposta hanno piantato una tenda in mezzo alla strada bloccando il traffico in via Mazzini, all’angolo con via Albertoni. “Gli affitti per noi studenti sono troppo alti a Bologna – hanno continuato a gridare dal megafono – per vivere qui siamo costretti ad arrangiarci nelle tende”. Il tratto di strada davanti all'edificio era stato temporaneamente chiuso al traffico

Poi, nel pomeriggio, i manifestanti hanno lasciato via Mazzini, dove è stato sgomberato l’edificio occupato. Dopo un'assemblea, gli attivisti hanno deciso di promuovere una manifestazione il 24 ottobre alle 18 in piazza Verdi, sul tema dell'emergenza casa. 

Le polemiche

Intanto FdI va all'attacco, segnalando la presenza tra i manifestanti del collettivo Luna del consigliere comunale Detjon Begaj, di Coalizione civica, “alleato di Lepore”. “Questo - dicono i consiglieri Stefano Cavedagna e Francesco Sassone - è il collettivo Luna, costola di Labas, che ottiene dal comune gratuitamente le strutture storiche di Vicolo Bolognetti, di cui fa parte lo stesso Begaj. Chiediamo le dimissioni immediate di Begaj dal Consiglio comunale e la revoca immediata a Labas degli spazi di Vicolo Bolognetti. Le sue azioni sono incompatibili con il ruolo che riveste”.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp del Carlino clicca qui

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro