Sit-in sotto la sede: "Manca il personale"

I dipendenti delle Aziende casa scioperano per il rinnovo del contratto Federcasa, scaduto da anni, chiedendo stipendi adeguati all'inflazione per sostenere le attività sociali.

I dipendenti delle Aziende casa aderiscono allo sciopero indetto da Fp-Cgil, Cisl Fp e Uil-Fpl, che chiedono il rinnovo del contratto Federcasa, scaduto da tre anni per la parte economica e da sei anni per quella normativa, con stipendi più alti per far fronte all’inflazione. Il sit-in di oggi è sotto la sede di Acer, che sul territorio metropolitano gestisce più di 20mila alloggi con oltre 150 dipendenti, insieme a Sgb. "Sono anni che chiediamo un riconoscimento della professionalità di chi tutti i giorni deve rispondere a famiglie in difficoltà, con una fragilità sociale ed economica che va crescendo – spiega Silvia Antolini della Fp-Cgil –. Chiediamo un incremento adeguato all’inflazione salariale che ha colpito tutti". "Senza risorse di personale ed economiche è complicato svolgere attività che hanno una valenza sociale – aggiunge Marco Pasquini, segretario Fp-Cgil –. Investire sulla residenza pubblica ha a che fare con le esigenze dei cittadini di questo territorio".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro