Spaccio e blitz in Bolognina, il Comune: “Tolleranza zero, presto aiuti al commercio"

La capa di Gabinetto Madrid: "Controlli porta a porta nelle zone critiche. Ed entro l’autunno partirà un bando per sostenere le attività del quartiere". .

La capa di Gabinetto Matilde Madrid
La capa di Gabinetto Matilde Madrid

Bologna, 22 luglio 2023 – "Tolleranza zero verso le piazze dello spaccio". All’indomani del maxi blitz della polizia in Bolognina, la capo di gabinetto Matilde Madrid, delegata alla sicurezza integrata, rivendica l’impegno di amministrazione, prefettura, forze dell’ordine e magistratura. "Uno sforzo – dice – che non nasce oggi, ma nei mesi scorsi, poi intensificato dopo la firma del protocollo della sicurezza con il ministro Matteo Piantedosi".

Dopo l’allarme di commercianti e residenti, la situazione in Bolognina sta migliorando?

"La risposta non si è fatta attendere. Una risposta congiunta. Come ha detto il questore, Isabella Fusiello, non bisogna arretrare di un centimetro. Il Comune fa la sua parte, con anche tanti investimenti nella zona volti alla riqualificazione di spazi pubblici, caseggiati Acer, interventi socio sanitari, lavoro di comunità e molto altro".

Il sindaco Matteo Lepore ha incontrato cittadini e residenti, invitando a segnalare i problemi del quartiere...

"Con polizia locale, Acer e Hera stiamo andando porta a porta nelle zone critiche della Bolognina, nei caseggiati Acer, per fare quelle verifiche e quei controlli segnalati proprio dai cittadini. Si pensi alle cantine e alle autorimesse utilizzate per lo spaccio di droga e per il consumo...".

C’è poi il degrado...

"Anche su quello ci siamo attivati con Hera, verificando che gli assegnatari della case Acer abbiano ritirato la carta Smeraldo per aprire i cassonetti dell’indifferenziata. Un quinto ancora non ce l’ha, per questo il nostro impegno è massimo e le stiamo consegnando. Ma non solo. In questi controlli, stiamo anche verificando che nelle case Acer ci siano effettivamente le persone che hanno ottenuto l’alloggio pubblico: è una questione di equità".

Nell’ultima cabina di regia con prefetto e questore, è stata confermata la linea del sindaco: ’Sì a più controlli’. Ma i contatti con i cittadini continueranno?

"Il nostro obiettivo è mantenerli costanti. I controlli, comunque, verranno intensificati per avere riscontro della situazione. E se sarà necessario fare di più, lo faremo. Il problema della sicurezza l’abbiamo preso di petto e apprezziamo la collaborazione del comitato ordine pubblico. Lo dimostrano i maxi interventi in Bolognina, ma anche quelli al Pilastro e in via dello Scalo, oltre al maxi sequestro di droga alla Barca. Insomma, il contrasto alle reti criminali mi sembra che non manchi e di questo va reso merito alle Forze dell’ordine e alla magistratura...".

Lepore ha anche anticipato che sono in arrivo aiuti alle attività commerciali.

"Pensiamo a un bando per sostenerle, entro l’autunno. I negozianti che fanno bene il proprio lavoro, penso, ad esempio, al mercato di via Albani e alle tante attività virtuose della zona, non possono pagare il prezzo di una situazione complicata. Vanno aiutate. Anche perché, non dimentichiamolo mai, il commercio è sinonimo di presidio sociale. Per questo, con l’assessora Luisa Guidone siamo al lavoro".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro