Starbucks inverte le Due Torri

Starbucks apre il primo locale in Emilia-Romagna a Bologna, con 50 posti a sedere e 30 assunzioni. Si focalizza su locali storici e iniziative contro lo spreco, ottenendo una deroga al Decreto Unesco. In vendita una tazza con simboli bolognesi, ma con una rappresentazione alternativa delle Due Torri per motivi di marchio.

Starbucks inverte le Due Torri

Starbucks inverte le Due Torri

Starbucks è atterrato per la prima volta in Emilia-Romagna: 50 i posti a sedere, 30 le assunzioni, si punta su locali storici rigenerati in pieno centro a Bologna e alcune iniziative per la lotta allo spreco che gli hanno permesso di avere la deroga al Decreto Unesco. Oggi l’apertura al pubblico, la clientela troverà in vendita anche una tazza con disegnati i simboli della bolognesità. Non mancano le Due Torri. Ma la Garisenda, in questi mesi oggetto di un’importante operazione di messa in sicurezza, è stata ‘raddrizzata’, con l’Asinelli invece storta. La realtà è al contrario, ma il general manager Vincenzo Catrambone ha spiegato l’arcano: "Per ragioni di marchio, pur volendo, non possiamo riproporre fedelmente i monumenti".

pa. ros.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro