Sul palco tutto Mingardi per un compleanno rock

Stasera al ’Via Emilia 92’ lo spettacolo per gli 83 anni del cantautore. Con lui, tra musica e risate, ci saranno i ’complici’ Barbi, Tirelli e Ligabue.

Ottantatré candeline per il cantautore Andrea Mingardi, che festeggerà il compleanno stasera con i fan al Via Emilia 92 di San Lazzaro, salendo sul palco per lo spettacolo ’Salutami il marziano’, al via alle 21.30. La voce di brani quali appunto ’A io’ vest un marziàn’ e ’La fira ed San Lazèr’ sarà in scena con Andrea Barbi, Marco Ligabue e Maurizio Tirelli, in uno show in cui la musica e il suo racconto si intrecceranno ai ricordi di una vita trascorsa sui palcoscenici di gran parte d’Italia, il tutto all’insegna dell’ironia che da sempre caratterizza l’opera di Mingardi.

L’evento sarà trasmesso in diretta su Trc ai canali 11 e 15 del digitale terrestre, e in streaming sul canale 518 della piattaforma Sky e su modenaindiretta.it.

Sul palco salirà quella che è, come molti sapranno, una formazione collaudata: Mingardi, Barbi, Tirelli e Marco Ligabue sono i volti, insieme ad Alberto Bertoli, della popolare trasmisione ’Uonted - I magnifici 7 meno 2’, in onda proprio su Trc.

La serata ripercorrerà molte delle tappe della carriera di Mingardi, cominciata fra la fine degli anni ’50 e l’inizio degli anni ’60, quando, al timone di numerose band, il suo rock’n’roll affollava le discoteche e dell’Emilia Romagna, e poi decollata negli anni ’70 quando prese forma il Mingardi come interprete contemporaneo della canzone in dialetto bolognese: un capitolo della sua carriera scandito dagli album ’Lo sfighè’ e ’Xa vut dalla vetta’, e che tutti ricordano proprio per la sua ’A io’ vest un marziàn’, connotata da un tono satirico che poi sarebbe rimasto uno dei suoi marchi di fabbrica.

A chi poteva pensare che la sua carriera si fosse ormai incanalata Mingardi rispose con cinque partecipazioni al Festival di Sanremo in poco più di un decennio - a partire dal ’92, in duetto con Alessandro Bono - per arrivare al 2004, l’anno in cui portò sul palco dell’Ariston la Blues Brothers Band (nota in tutto il mondo per la partecipazione all’omonimo film con protagonista John Beluschi), che arrivò a Sanremo con vari dei suoi componenti storici, fra cui il chitarrista Steve Cropper.

Una vita, quella di Mingardi, che ne ha contenute molte: nei ritagli di tempo è stato anche una delle anime della nazionale Cantanti, e qualcuno lo ricorda pure per la sua fugace carriera di consigliere comunale bolognese per pochi mesi del 2009, oltre che per alcune fuggevoli incursioni nel mondo del cinema. A Bologna e all’epopea del rock italiano Mingardi ha dedicato anche alcuni libri, come il recente ’Così si suonava in paradiso’, fino al più datato ’Benéssum - alla ricerca dello stupore perduto’.

L’evento di stasera sarà ad ingresso gratuito.

Filippo Donati

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro