Tenta di soffocare l’ex con la sciarpa, allontanato

Botte, minacce e pedinamenti: al 33enne è stato applicato il braccialetto elettronico. Le violenze anche davanti al figlioletto

Tenta di soffocare l’ex con la sciarpa, allontanato

Tenta di soffocare l’ex con la sciarpa, allontanato

La picchiava e inseguiva per strada, ha provato a strapparle tutti i denti e ha tentato di soffocarla più volte. Un 33enne italiano, con alcuni precedenti e già noto alle forze dell’ordine bolognesi, è stato sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa e ai luoghi da lei frequentati e gli è stato applicato il braccialetto elettronico. L’uomo deve rispondere del reato di atti persecutori. Ad eseguire, nei giorni scorsi, l’ordinanza applicativa della misura cautelare del divieto di avvicinamento sono stati i carabinieri della stazione di Altedo che gli hanno, conseguentemente, applicato il dispositivo di controllo elettronico.

Il provvedimento nei confronti del 33enne è stato emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Bologna. Tutto è scaturito dal fatto che, poco tempo fa, l’ex compagna dell’uomo, una 44enne, ha deciso di andare in caserma e denunciare l’uomo, raccontando anche tutti gli atteggiamenti che questo aveva avuto nei suoi confronti.

L’uomo, infatti, non accettando la fine della loro relazione, aveva iniziato a minacciarla e pedinarla. A giugno 2022 la donna era stata aggredita dal suo ex per strada: in questa occasione l’aveva colpita al volto davanti al figlio minore, mentre erano seduti in macchina, sporgendosi dal finestrino. In altre circostanze, l’uomo durante l’ennesima lite, ha afferrato i denti dell’arcata inferiore della 44enne cercando di strapparglieli, tanto da indurla a ricorrere a cure odontoiatriche. In un’altra occasione ancora l’ex compagno ha stretto la sciarpa indossata dalla donna talmente forte da farla quasi soffocare e le ha coperto il volto con un cuscino.

Il 33enne si è poi presentato nel locale dove lavorava la sua ex, l’ha aggredita davanti ad alcuni avventori e spinta nel bagno, dove le ha strappato di mano il telefono impedendole di chiamare le forze dell’ordine. Da ultimo la donna, nel rientrare in casa insieme ad un suo amico, ha trovato il suo ex seduto in cucina. Lo spavento è stato tale che la donna, capendo che il 33enne aveva ancora le chiavi di casa, ha dovuto cambiare la serratura. La 44enne, in sede di querela, ha riferito ai militari che tali comportamenti da parte del suo ex, le avevano cagionato un grave stato di ansia e di paura. I militari, dopo aver rintracciato il 44enne, gli hanno notificato la misura cautelare emessa dal Giudice.

Zoe Pederzini

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro