Torna ’Devotio’. La fiera per la religione

La fiera internazionale Devotio apre oggi a Bologna con un aumento degli espositori e una forte partecipazione. Si possono trovare prodotti e servizi legati alla cultura religiosa provenienti da 17 Paesi esteri. L'evento offre anche un ricco programma di incontri per l'utenza ecclesiastica e professionisti del settore.

Torna ’Devotio’. La fiera per la religione
Torna ’Devotio’. La fiera per la religione

Devotio, la più grande fiera internazionale dedicata al mondo religioso, apre oggi le sue porte nel distretto di BolognaFiere, rimanendo in città fino a martedì. Un appuntamento imperdibile per conoscere i prodotti e i servizi appartenenti alla cultura religiosa, che festeggia la quarta edizione. E i dati mostrano una forte partecipazione, confrontando i numeri degli scorsi anni. Nel 2022, gli espositori contati erano stati 200, provenienti da tutta Italia e da 15 altri Paesi. Quest’anno si cambia musica, perché gli espositori aumentano, raggiungendo quota 219, contando l’arrivo da 17 Paesi esteri. "Questi numeri confermano che Devotio è considerata la fiera leader in tutto il mondo per il mercato dei prodotti e dei servizi per il settore religioso – sottolinea Valentina Zattini, amministratore delegato di Conference Service e organizzatrice della manifestazione –. Le produzioni made in Italy in articoli liturgici e devozionali sono molto apprezzate a livello internazionale per lo stile e la qualità. Ci aspettiamo un aumento dei visitatori e dei Paesi esteri di provenienza". Tra gli oggetti in mostra, ci sono crocifissi, rosari, immagini sacre, vetrate, mosaici. Ma non è finita qui, perché si possono trovare anche campane, arredi per le chiese, abbigliamento per il clero, statue e presepi.

Un’esperienza immersiva, che si sviluppa lungo un ricco programma di appuntamenti. Il calendario di Devotio 2024 prevede una serie di incontri rivolti in particolare all’utenza ecclesiastica e a artisti, architetti, catechisti, insegnanti e professionisti che operano negli spazi per il culto.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro