Tornano Diabolik e l’arte di Nino Migliori

I film bolognesi si svelano al festival di Roma. La carica di I Wonder. E la Cineteca restaura Medea di Pasolini e Ciao Nì! di Renato Zero

Tornano Diabolik e l’arte di Nino Migliori

Tornano Diabolik e l’arte di Nino Migliori

Bologna scalda i motori in vista della Festa del cinema di Roma. Dalla nostra città sono tante le realtà, artistiche, produttive e distributive che solcheranno il red carpet dal 18 al 29 ottobre. E intanto anche in città è possibile farsi un’idea delle pellicole che in questi mesi sono state girate sotto le Torri o sono state dedicate a protagonisti bolognesi. Come non pensare ai Manetti Bros. e all’ultimo capitolo di Diabolik girato proprio qui (come i primi due) che verrà presentato nella sezione Grand Public? Uscirà poi il 30 novembre al cinema Diabolik chi sei?: dietro la maschera del Re del Terrore Giacomo Gianniotti, Miriam Leone è l’affascinante Eva Kant, Valerio Mastandrea l’instancabile ispettore Ginko e Monica Bellucci la carismatica e anticonvenzionale Altea. A completare il ricco cast di questa ultima avventura, tra gli altri, Pier Giorgio Bellocchio, nel ruolo del sergente Palmer.

Secondo anno alla Festa romana per Nino Migliori nelle riprese di Elisabetta Sgarbi che, dopo il successo di Nino Migliori. Viaggio intorno alla mia stanza del 2022, presenta in anteprima nella sezione Freestyle Nino Migliori. La festa che rovescia il mondo per gioco, il secondo film dedicato al celebre fotografo bolognese e ambientato a Viareggio durante la 150esima edizione del Carnevale di Viareggio. Tony Laudadio interpreta i testi di Vittorio Sgarbi e Sandro Veronesi. Il film si avvale della complicità di Marina Truant, direttrice della Fondazione Nino Migliori e sono presenti fotografie inedite di Migliori dedicate ai Carri di Viareggio.

La nostra Cineteca porta invece il restauro di Medea di Pasolini per il centenario di Maria Callas e alla kermesse della capitale e fa arrivare anche il restauro di Ciao Nì! di Renato Zero diretto nel 1979 da Paolo Poeti, realizzato in collaborazione con Mediaset e la supervisione dello stesso Renato Zero, presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata. Ma ecco infine immancabile IWonder, che alla diciottesima Festa del cinema porta otto film di cui sarà distributore. Apre il Concorso Progressive Cinema il 19 ottobre il nuovo film di Roberta Torre, Mi fanno male i capelli, con Alba Rohrwacher e Filippo Timi. È in concorso anche La morte è un problema dei vivi, del pluripremiato regista Teemu Nikki (Euthanizer, Il cieco che non voleva vedere Titanic), una commedia nera originale e commovente sull’amicizia e il perdono. Terzo titolo a gareggiare The Hypnosis di Ernst De Geer, satira svedese premiata al festival di Karlovy Vary (Migliore Attore del Concorso Internazionale a Herbert Nordrum).

Nella sezione Grand Public arriva invece Dream Scenario commedia perfidamente divertente scritta e diretta da Kristoffer Borgli (Sick of Myself) e prodotta da Ari Aster, con protagonista Nicolas Cage.

b. c.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro