Un civico fa la prima mossa nel Comune dissestato

Marco Nanetti, rappresentante di commercio, si candida: "Il cambiamento inizia dalla partecipazione"

Un civico fa la prima mossa nel Comune dissestato

Un civico fa la prima mossa nel Comune dissestato

San Pietro in Casale, dopo i mesi difficili dovuti a un dissesto finanziario da 3,6 milioni di euro, si prepara alle amministrative di giugno con il nome del primo candidato civico. Si tratta di Marco Nanetti (nella foto), cittadino di lunga data e agente di commercio, che ha annunciato ufficialmente la sua candidatura, pronto a portare avanti un’impegno civico per il bene della comunità. Nanetti, residente da sempre a San Pietro, sposato e padre di due figli, ha deciso di mettere a disposizione della comunità le sue competenze acquisite nel mondo del commercio.

"La mia candidatura nasce dalla profonda convinzione che il cambiamento inizia a livello locale, con la partecipazione attiva dei cittadini – afferma Nanetti –. Come candidato civico, sono determinato a rappresentare gli interessi della comunità di San Pietro in Casale e a lavorare fianco a fianco con i miei concittadini per costruire un futuro migliore per tutti". Nanetti è consapevole delle sfide economiche che il Comune sta affrontando e si impegna a lavorare instancabilmente per risolverle.

"Sappiamo di trovarci di fronte a una situazione economica difficile – aggiunge –, ma credo fermamente che con impegno, dedizione e collaborazione possiamo risollevare le sorti del nostro Comune e costruire un futuro prospero per tutti i suoi abitanti". Nanetti è aperto alla collaborazione con tutte le forze politiche desiderose di cambiamento e con tutti i cittadini portatori di idee innovative. "Credo nell’importanza della collaborazione e del confronto costruttivo – conclude il primo candidato –. Invito tutte le forze politiche e i cittadini con idee innovative a unirsi a me in questo percorso verso un futuro migliore per San Pietro in Casale. Insieme possiamo superare le sfide e realizzare il pieno potenziale del nostro Comune. Credo e spero che la mia candidatura rappresenti un’opportunità per San Pietro in Casale di intraprendere un percorso di rinascita e di sviluppo, basato sulla partecipazione attiva dei cittadini e sull’esperienza di un leader civico impegnato e motivato".

Nessuna notizia ufficiale per ora su come si muoveranno partiti di centrodestra e centrosinistra, né di come si muoverà la maggioranza attualmente a capo dell’amministrazione.

Zoe Pederzini

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro