Il Resto di Bologna, il podcast gratuito del Carlino: la finestrella di via Piella

Potete sentire la terza puntata de il Resto di Bologna sul nostro sito e su Spotify, Google e Apple

La finestrella sull’acqua di via Piella: uno dei gioielli nascosti sotto le Due Torri
La finestrella sull’acqua di via Piella: uno dei gioielli nascosti sotto le Due Torri

Bologna, 9 novembre 2022 - Una piccola finestra sull’acqua. Con attorno, attaccati i lucchetti degli innamorati ( copyright di Federico Moccia). La finestrella di via Piella è una delle curiosità più particolari sotto le Due Torri. Una moda, tutto sommato recente, che raccontiamo nella terza puntata de il Resto di Bologna , il podcast realizzato dalla redazione locale del Carlino e ascoltabile gratuitamente al seguente link www.quotidiano.net/podcast/il-resto-di-bologna (potete anche inquadrare il QR code in prima pagina), nonché sulle piattaforme di Spotify, Google e Apple.

 

In questo episodio, il cigolio della finestrella ci porta nel mondo delle acque: Bologna è una piccola Venezia perché si affaccia sul canale delle Moline, che parte delle vie artificiali per alimentare i filatori cittadini e le concerie. Se passeggiate per il centro, potrete ammirare le chiuse, anche se la maggior parte dei canali è stata interrata. La finestrella, in origine, era una guardiola: da lì si controllava il livello delle acque. Ma basta con gli spoiler. Per sapere di più di questo viaggio nel passato della nostra città potete ascoltare il Resto di Bologna .

Il podcast di Qn-il Resto del Carlino il Resto di Bologna racconta con interviste, retroscena, ‘spiegonì, segreti e storie "quello che non sapete sulla città delle Due Torri".

Dalla politica allo sport, dai grandi protagonisti della città e della cronaca fino alle storie che spesso non trovano spazio o che meritano un approfondimento o una ‘seconda vita’, i giornalisti del Carlino si metteranno in gioco garantendo un ulteriore approfondimento ai lettori/ascoltatori e ai componenti della community del Carlino, con una puntata al giorno dal lunedì al venerdì, ascoltabile dalle 10 del mattino.

Gli argomenti sono vari. Nelle puntate successive, infatti, gli ascoltatori incontreranno, tra gli altri, il regista Pupi Avati, la produttrice musicale Mara Maionchi, la scrittrice Premio Campiello Simona Vinci, il cestista della Nazionale Riccardo Moraschini, e avranno approfondimenti su fatti di cronaca e di costume, come il racconto della scuola dei fumettisti sotto le Due Torri, in un dialogo costante e confidenziale con la città. Il progetto è curato da Valerio Baroncini, vicedirettore de il Resto del Carlino e ilrestodelcarlino.it .

I podcast accompagnano il lettore nel traffico, mentre fa colazione, a casa o in ufficio: la flessibilità è una delle sue caratteristiche principali. Il Resto di Bologna punta a diventare un racconto confidenziale con gli utenti della community di Qn-il Resto del Carlino. Un tramite generazionale, nonché un passo fondamentale nel collegamento, sempre più stretto, fra carta e web.

 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro