Alibegovic, un amore chiamato Fortitudo: "La strada tracciata fino a qui è quella giusta"

Basket serie A2 Il vicepresidente operativo: "Tornato per fare il bene della Effe. La stagione sarà difficile e in salita, Caja un fuoriclasse"

Alibegovic, un amore chiamato Fortitudo: "La strada tracciata fino a qui è quella giusta"
Alibegovic, un amore chiamato Fortitudo: "La strada tracciata fino a qui è quella giusta"

"Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano", cantava Antonello Venditti, ma l’amore, la passione per quei colori biancoblù è quella che lega da più di trent’anni, da quella storica sfida di Reggio Emilia del 2 aprile 1992, con un nodo indissolubile Teo Alibegovic, il salvatore, alla Fortitudo. Da questa estate è tornato alla Effe con un ruolo dirigenziale importante, quello di vicepresidente operativo, pronto, dopo oltre 40 anni di basket ad alto livello, a dispensare consigli a tuttotondo.

Alibegovic, soddisfatto delle prestazioni di squadra?

"Onestamente non vedo nessun motivo per non esserlo, se qualcuno mi avesse detto ’firma per essere 9-2 al termine del girone di andata’ lo avrei fatto subito".

La stagione sarà lunga e le avversari da sfidare difficili.

"La serie A2 è un campionato equilibrato, finora siamo stati bravi, lavorato subito bene e trovando una eccellente amalgama fin dall’inizio. La stagione sarà in salita, ci sono grandi squadre come Verona, Trieste, Forlì con organici profondi".

Ma alla fine del girone di andata la Fortitudo è prima.

"Vero, ma non sarà facile come avevo detto ad inizio stagione; siamo indubbiamente una buona squadra, con un allenatore come Caja che è un fuori categoria, una superstar di alto livello come Aradori e due ottimi appoggi come Ogden e Fantinelli al suo fianco, ma tutto il gruppo sta dando il massimo supporto".

Al di la dei singoli le è piaciuto l’atteggiamento della squadra in campo?

"Stanno tirando fuori tutta la loro fortitudinità: questa è una squadra con grande carattere che non ha mai mollato".

Una ventata di fortitudinità e di fiducia che si respira anche in società.

"Gli ultimi anni col Covid e la retrocessione dalla serie A non avevano aiutato né il movimento e nemmeno la Fortitudo, ma il vento è cambiato".

Nessun proclama ma state lavorando con tanta passione. "Assolutamente nessun proclama, ma ci mettiamo sempre la faccia, cercando di fare i passi giusti. Il presidente Stefano Tedeschi è stato fondamentale: è come un padre di famiglia che porta serenità a tutto l’ambiente e le risposte si vedono sul campo dai giocatori, dai nostri splendidi tifosi, dal crescere dei numero dei soci del consorzio, e dai nostri sponsor, tra questi ultimi anche qualcuno storico che è tornato".

Entusiasmo ma anche pragmatismo e attenzione ai costi. "Assolutamente, siamo sempre molto attenti al budget, facciamo i passi per quelli che possiamo fare, senza sforare da quel che ci siamo posti".

Si parla anche di mercato? "Caja è molto preciso e poco tollerante nei confronti di chi sbaglia, ma deve stimolare i più giovani che devono fare un passo in più per crescere e migliorare. Sulla squadra il coach ha espresso i suoi dubbi, argomentandoli. Dobbiamo continuare a lavorare con serietà e muovendoci per quel che possiamo fare". Ma c’è qualcosa in vista?

"Siamo sempre all’erta a vedere come e cosa si muove sul mercato: Basciano è sempre molto attento, se ci sarà l’occasione giusta ci muoveremo".

Il suo ruolo di vicepresidente operativo ti porta a svariare in tutti i campi.

"Dopo 42 anni di pallacanestro ho accumulato esperienza in tanti ruoli. Sono qui per metterla al servizio della società per il bene della Fortitudo, questo è il fine comune che ci unisce". Quanto manca il derby con la Virtus?

"Tanto a Bologna, ma in generale è un evento per tutto il basket italiano".

La speranza è di riviverlo presto.

"Assolutamente si, ma ripeto l’obiettivo primario a cui dobbiamo pensare adesso è quello di consolidarci e continuare sulla strada che abbiamo iniziato a percorrere tutti insieme da agosto".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro

Continua a leggere tutte le notizie di sport su