Effetto Achille Carica la Virtus verso Monaco

Ieri Polonara è tornato ad allenarsi con il gruppo: il suo entusiasmo è stata una bella iniezione di forza ai compagni per domani sera

Effetto Achille Carica la Virtus verso Monaco

Effetto Achille Carica la Virtus verso Monaco

Achille Polonara è tornato ad allenarsi con i suoi compagni. Dopo 50 giorni di assenza il lungo della Virtus ha ripreso a lavorare con la squadra ed ora la decisione su quando è come gettarlo nella mischia dipendono dalle risposte che il suo corpo fornirà allo staff medico in questi giorni. Fosse per lui non ci sarebbero dubbi su una sua presenza già domani sera nella tana del Bayern Monaco e questa sua determinazione è stato uno dei fattori determinati nell’accorciare quelli che dovevano essere i tempi di recupero stabiliti così come l’altra variabile che ha giocato un ruolo fondamentale è stata la professionalità con cui è stata trattata la neoplasia testimoniare che lo ha fermato ad inizio stagione. Un problema serio che è stato affrontato in maniera serena con lo stesso Polonara che ha cercato di rassicurare i compagni che, giustamente, erano preoccupati. Ieri i suo rientro è stato, quindi, ha generato entusiasmo in un gruppo che aveva anche bisogno di una spinta morale dopo lo scivolone di domenica scorsa a Brindisi. Il club, invece, forte di qualche esperienza precedente predica prudenza. Negli anni passati seguire la voglia dei giocatori di tornare in campo si è spesso rivelato un boomerang e per questo motivo l’ala anconetana tornerà a referto solo quando tutto sarà in ordine.

Per la gara in terra tedesca dovrebbe comunque sgonfiarsi l’emergenza dei lunghi dato che Jordan Mickey dovrebbe aver recuperato dall’infortunio ad una caviglia. Il suo rientro sarebbe provvidenziale in in momento in cui Toko Shengelia inizia a dare qualche segnale di stanchezza mentre Devontae Cacok non dà piene garanzie di rendimento pur avendo disputato una buona gara contro il Fenerbahce. Fino a qui sottocanestro la Virtus non ha avuto particolari problemi nonostante la penuria di uomini e se è vero che tutto questo è stato possibile grazie all’esperienza del lungo georgiano e di Bruant Duston è altrettanto vero che non si può tirare la corda ancora per molto per evitare che l’acido lattico giochi dei brutti scherzi.

Vista la sua importanza all’interno delle gerarchie bianconeri Luca Banchi spera di far salire anche Isaia Cordinier sul’aereo che oggi porterà la squadra a Monaco. L’esterno francese sra smaltendo una contusione a una spalla e questo infortunio li ha tenuti fuori negli ultimi impegni della V nera. Senza di lui il gioco virtussino perde qualcosa sia in termini di fisicità e di energia e questo aspetto si manifesta soprattutto in difesa e quando bisogna mettere la museruola alle guardie avversarie. Contro il Bayern la Segafredo ha la possibilità di consolidare il suo terzo posto e, più in generale, di mettere fieno in cascina in attesa di incontrare quelle squadre che sulla carta sono più forti ma che in questo momento le sono dietro in classifica.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro

Continua a leggere tutte le notizie di sport su