Il destino corre sulle fasce. Dan e Alexis, tocca a voi. Sansone cerca vendetta

Volti copertina in estate, Ndoye e Saelemaekers a caccia ancora del primo squillo. Dall’altra parte, scalpita il grande ex che sperava in una conferma a Casteldebole.

Dan e Alexis, tocca a voi. Sansone cerca vendetta

Dan e Alexis, tocca a voi. Sansone cerca vendetta

Cerca la prima vittoria in trasferta della stagione, il Bologna di Thiago. E cerca pure i primi gol di Alexis Saelemaekers e Dan Ndoye: se le due cose siano destinate ad andare di pari passo lo dirà il match con il Lecce. Di certo c’è una cosa: nell’anno in cui il Bologna sta compiendo il salto di qualità grazie a una fase difensiva da Champions League, la capacità di rimanere in corsa per l’Europa e i margini di miglioramento passano soprattutto dai gol degli esterni. Solo Orso, fin qui, ha saputo graffiare, con la tripletta all’Empoli e il rigore segnato a Milano con l’Inter. Niente da fare per Karlsson, tra l’altro ai box come il numero 7 e niente squilli per Saelemaekers e Ndoye. A fronte della terza miglior difesa della serie A, il Bologna ha il decimo attacco, insieme al Genoa, al Monza e proprio al Lecce. Zirkzee ha segnato quattro gol nelle ultime sei giornate, trovando continuità in fase di finalizzazione, oltre che di prestazione e allora i margini di crescita passano proprio da quei due: Ndoye e Saelemaekers. Graffi chi può.

Servono gol, ma pure assist. L’importanza dei due nell’equilibrio dello scacchiere di Thiago Motta è evidente, ma da volti da copertina dell’ultima campagna acquisti ci si aspettano anche giocate decisive. E probabilmente non vedono l’ora pure loro di contribuire, data la frenesia che talvolta traspare da parte dei diretti interessati, arrivati dopo che l’estate scorsa la dirigenza ha deciso di salutare i giocatori di esperienza arrivati a fine contratto. Tra loro, Nicola Sansone, che ha fatto spazio proprio a Ndoye e Saelemaekers, lui che fu tra i giocatori più decisivi del girone di ritorno, falso nove spesso titolare e con 5 gol a fine stagione mise spesso a sedere Zirkzee. Sperava di rimanere e sarebbe stato pronto a ridursi l’ingaggio, il numero 10. Ma Thiago lo invitò a fare le valigie in gennaio e a giugno, di fronte alla scadenza del contratto, la scelta della società è stata netta: vuole prendersi la rivincita, l’ex di turno, che dovrebbe partire dalla panchina con l’obiettivo di entrare e spaccare il match in corso d’opera. E’ la sua specialità: fin qui 7 presenze, una da titolare, e nelle ultime 4 giornate ha messo a referto un gol (con il Milan) e due assist (con Udinese e Milan): numeri alla mano, più efficace lui da solo rispetto a Ndoye e Saelemaekers

Partiranno dall’inizio, invece, i rossoblù, anche perché Motta non ha alternative, data l’emergenza, a caccia della scintilla che li accenda. Il Bologna, lontano dal Dall’Ara, ha segnato fin qui 5 gol in 6 gare: a referto Ferguson in casa della Juventus, Orsolini a San Siro, insieme a Zirkzee, che ha poi timbrato il cartellino anche a Reggio con il Sassuolo e a Firenze. E’ l’olandese l’uomo dei gol da trasferta di un gruppo rimasto a secco a Verona e Monza. A Lecce, proveranno a battere un colpo Ndoye e Saelemaekers.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro

Continua a leggere tutte le notizie di sport su