ALESSANDRO GALLO
Sport

Primato di forza. Adesso la Virtus è padrona del suo destino

Basket serie A Vincere le prossime due gare per godere del vantaggio del fattore campo .

Adesso la Virtus è padrona del suo destino

Adesso la Virtus è padrona del suo destino

Esorcizzate due paure: Reggio Emilia, che aveva battuto due volte i bianconeri e i cali del terzo quarto. La Virtus si tiene stretta i due obiettivi che diventano tre pensando che, a due giornate dalla fine, la squadra di Luca Banchi è prima. In coabitazione con Brescia e Milano, ma sempre prima.

Questo significa che capitan Belinelli e compagni, seppur stanchi e provati da un lungo cammino (67 fin qui i match disputati), sono padroni del loro destino. Con un percorso netto: domenica la sfida in casa di Tortona e poi chiusura il 5 maggio, alla Segafredo Arena, con Trento, la Virtus chiuderebbe la stagione regolare al primo posto.

E per capire quanto possa fare la prima piazza basta dare un’occhiata a quel che accadde nella finale scudetto dello scorso anno, con il fattore campo a farla da padrone e a indirizzare verso l’Olimpia il tricolore.

L’eliminazione in Eurolega, prima del playoff, brucia un po’. Ma tornare al lavoro in palestra, senza salire e scendere da un aereo, consentirà a Banchi e ai suoi ragazzi di riprendere quel filo del discorso interrotto per i continui impegni.

E diluire, almeno per un paio di settimane, il numero delle gare, dovrebbe consentire a una squadra con alcuni atleti maturi, di recuperare al meglio.

E a proposito di recuperi, la Virtus conta di riproporre già domenica Alessandro Pajola, messo ko da un improvviso attacco influenzale.

E il lavoro in palestra potrebbe consentire a chi, è rimasto ai margini – Dobric spesso ne, Lomazs nemmeno nei dodici – di far vedere al tecnico che ci si potrà fidare ancora di loro. E tra chi deve recuperare, da inserire il nominativo di Jordan Mickey, in questo momento scavalcato, nelle gerarchie, da un Achille Polonara rigenerato dopo l’intervento dello scorso ottobre.

Il pensiero della Virtus, comunque, è ora focalizzato sulla sfida con Tortona che è passata dalla mani di Marco Ramondino a quelle di Walter De Raffaele che, a settembre, aveva rappresentato una valida alternativa a Scariolo al momento dell’esonero di don Sergio.

Nel frattempo la Lega Basket ha fissato le date per i playff. I quarti sono in programma 11-2, 13-14, 16-17, 18-19 e 20-21 maggio. Le semifinali il 24-25, 26-27, 29-30 maggio, 31 maggio-1 giugno e 2-3 giugno. La finale, invece, 6, 8, 11, 13 e 16 giugno.

Il format della serie playoff prevede che la squadra con il vantaggio del fattore campo disputi in casa la prima e la seconda gara, con l’aggiunta dell’eventuale bella. In casa della peggio classifica, invece, il terzo e quarto (in questo caso virtuale) incontro.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro

Continua a leggere tutte le notizie di sport su