Virtus, serve un’altra impresa. Banchi non si fida del Maccabi: "Vogliamo una notte memorabile da regalare ai nostri tifosi»

Ore 20,30 alla Segafredo Arena Il tecnico: "Cercheremo di controllare i ritmi della gara". Lo spunto di Cordinier: "Dobbiamo guardare avanti, per migliorare e crescere ogni giorno". .

Ospitando alle 20,30 (diretta Sky) il Maccabi, la Virtus torna sul parquet della Segafredo Arena dopo che mercoledì ha sconfitto il Barcellona. La vittoria contro i catalani è stata etichettata con la parola ’impresa’ e ha definitivamente attribuito ai bianconeri il riconoscimento di squadra rivelazione di questa prima parte della stagione.

Anche gli israeliani, dal canto loro, stanno attraversando un ottimo momento di forma e questo complica ulteriormente il compito dei bolognesi.

"Il Maccabi arriva a Bologna sulla scia di due convincenti successi – spiega il coach Luca Banchi –. La vittoria a Lione, di poche ore fa, li ha proposti, ancora una volta, come una squadra decisamente complessa da affrontare, grazie alla velocità, all’atletismo e al talento tecnico che li contraddistingue. Lorenzo Brown, Wade Baldwin, Colson, con Blatt, Cleveland e Webb, rappresentano uno dei reparti esterni più prolifici dell’Eurolega, in grado di imporre ritmi frenetici alla gara ed esaltare l’incisività di Nebo e Rivero, centri che stanno garantendo un elevato rendimento fatto di aggressività e intimidazione difensiva, oltre che a una elevata incisività nei giochi a due e a rimbalzo offensivo".

In altre parole la formazione che ha in Toko Shengelia e in Daniel Hackett i leader principali è chiamata ancora una volta a produrre una gara intelligente con una particolare attenzione alla difesa.

"Cercheremo di controllare al meglio il ritmo – conclude Banchi – poggiando su un’esecuzione offensiva e una consistenza difensiva che ci permettano di limitare le loro fonti principali di gioco, con il desiderio di regalare un’altra notte memorabile ai nostri indomabili tifosi".

In effetti la Virtus davanti al suo pubblico ha una marcia in più se si considera che sia l’attuale terzo posto solitario in Eurolega, sia il primato del campionato in coabitazione con Brescia sono piazzamenti per lo più costruiti grazie ai risultati ottenuti tra le mura amiche, tanto che i bianconeri hanno vinto in casa con i catalani e perso a Cremona e a Brindisi. Un andamento che dimostra come la squadra debba imparare a gestire un’agenda così fitta di appuntamenti.

"Ci attende una grande partita – spiega Isaia Cordinier – perché abbiamo bisogno di guardare avanti. Veniamo da un’altra grande gara contro il Barcellona. Dobbiamo continuare a costruire su quello che abbiamo imparato e migliorare ogni giorno. Il Maccabi è una squadra molto atletica, giocano molto bene in difesa, dovremo giocare bene la palla e usare la nostra fisicità".

Arbitrano Rocha, Pastusiak e Vilius.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro

Continua a leggere tutte le notizie di sport su