FILIPPO MAZZONI
Virtus

Virtus Milano 89-84, le V Nere portano a casa l’ultimo match dell’Eurolega

Hackett superlativo, eccellente Belinelli. A testa alta, nonostante la formazione rimaneggiata di Scariolo

Daniel Hackett in Virtus-Milano

Daniel Hackett in Virtus-Milano

Bologna, 13 aprile 2023 – La Virtus chiude a testa alta l’Eurolega, centrando la 14^ vittoria e superando 89-84 Milano. Con un superlativo Daniel Hackett (25 punti e 10 assist) e un eccellente Marco Belinelli (21 punti con 5/10 da tre) le V Nere nonostante la formazione rimaneggiata la Virtus fa suo il derby con Milano. E’ la coppia italiana a guidare i bianconeri, anche se buoni segnali sono arrivati anche da Shengelia (15 punti e 7 assist) e soprattutto da Jaiteh (13 punti, 4 rimbalzi e 1 stoppata). Scariolo ancora privo di Teodosic e Pajola (oltre che di Mannion, Cordinier e Abass) schiera in avvio Hackett, Belinelli, Ojeleye, Shengelia e Mickey. Dall’altra parte Milano guidata dall’ex Messina, anch’essa con importanti assenze come quella di Napier e Melli, si affida a Pangons, Hall, Shields, Voigtmann e Davies. Sfida a viso aperto, tra due squadre che non hanno nulla da chiedere dal punto di vista della classifica, ma che certamente non vogliono risparmiarsi. Ne esce una sfida ad alto punteggio tra due squadre che non pensano di certo a risparmiarsi. Milano tiene sempre avanti il muso, anche se un eccellente Hackett, che segna e fa segnare, tiene a stretto contatto la Virtus nel primo quarto. Milano invece allunga nella seconda frazione di gioco, toccando il +14, complice anche i tanti errori dalla lunetta della formazione di Scariolo, che nel finale di tempo si riavvicina. Al 20’ bianconeri sotto 39-47. Ad inizio ripresa una tripla pazzesca di Belinelli e Hackett, straordinario ma visto che è l’unico playmaker di ruolo chiamato a fare gli straordinari, guidano la Virtus che al 22’30” impatta 54-54. Milano torna a prendere il mano la sfida, ma i bianconeri con Ojeleye, Belinelli e Hackett rimangono a ruota. Nell’ultima frazione di gioco la Virtus mette la testa avanti. Al 37’ i bianconeri allungano sul 79-72 e toccano anche il +9 sull’85-76. Milano torna a -3, ma la Virtus tiene e dalla lunetta centra la vittoria.  

Soddisfatto l’Mvp della sfida Daniel Hackett

“Abbiamo giocato duro, tirando fuori il nostro orgoglio. Volevamo dedicare questo successo ai nostri tifosi che ci hanno sempre sostenuto. Non cerchiamo scuse durante l’anno abbiamo perso partite che non dovevamo, ma stasera abbiamo messo grande energia. Abbiamo giocato in emergenza, ma chi c’era ha dovuto prendere più responsabilità. Speriamo di essere in Eurolega anche anno prossimo”.  

 C'è gioia anche coach Sergio Scariolo

“Abbiamo un grande rispetto per una grande squadra come Milano. Volevamo dedicare questa vittoria ai nostri tifosi, avevamo tanti giocatori infortunati. Oggi abbiamo chiuso bene e speriamo di tornare nella massima manifestazione anche tra un anno”.  

Il tabellino

VIRTUS BOLOGNA 89 OLIMPIA MILANO 84 SEGAFREDO BOLOGNA: Hackett 25, Belinelli 21, Ojeleye 7, Shengelia 15, Mickey 4; Lundberg, Weems 2, Bako 2, Jaiteh 13; Camara ne, Menalo ne. All. Scariolo. EA7 ARMANI MILANO: Pangons 5, Hall 8, Shields 5, Voigtmann 19, Davies 10; Hines 8, Tonut 4, Baron 14, Ricci, Datome 8, Thomas 3; Mitrou-Long ne. All Messina. Arbitri: Garcia, Mogulkoc, Rocha. Note: parziali 22-26, 39-47, 65-68. Tiri da due: Virtus 22/35; Milano 20/33. Tiri da tre: 9/23; 11/25. Tiri liberi: 18/28; 11/12. Rimbalzi: 25; 31.  

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro