Virtus Bologna batte Dinamo e chiude la settimana perfetta

La Vu Nera resta in cima alla classifica con Venezia e Brescia. Al PalaDozza (questa l’ultima gara prima del trasloco in Fiera) brilla il ‘solito’ Toko Shengelia

La schiacciata di Jordan Mickey

La schiacciata di Jordan Mickey

Bologna, 22 ottobre 2023 – Quarto sigillo consecutivo in campionato per una Virtus che con questo successo mantiene la vetta della classifica in coabitazione con Venezia e Brescia. La gara è fortemente condizionata dalle fatiche di coppa, un fattore che interessa anche i sardi, e non è un caso che la Segafredo abbia risposte importanti da Abi Abass, che venerdì contro la Stella Rossa non ha toccato il parquet, e da Jalen Smith che è stato gettato nella mischia per poco tempo.

Se in questa gara si voleva studiare quanto la squadra fosse capace di giocare quattro partite in otto giorni, allora l’esame è completamente superato, tenendo presente che il capitano Marco Belinelli è andato a referto solo per raggiungere il quorum dei sei giocatori di formazione italiana e che Ognjen Dobric e Bryan Dunston sono rimasti in borghese insieme ad Achille Polonara.

Questa promozione dà l’idea che i bianconeri abbiano la forza di portare a casa le partite anche quando non sono brillanti, appoggiandosi comunque all’inossidabile Toko Shengelia. La gara in sé è una vera altalena con gli ospiti che cercando subito di far correre gli avversari portandosi sullo 0-6 e con i padroni di casa che hanno bisogno di qualche passaggio a vuoto prima di ragionare.

Arriva il + 11 (42-31) bolognese in un incontro che procede a strappi dato che i due allenatori hanno la necessità, già ampiamente spiegata, di dosare i minuti di chi pur giocando bene non avrebbe la benzina di arrivare fino in fondo.

La Virtus chiude il terzo quarto sul +14 con la Dinamo che ricuce fino al -8 (68-60). A quel punto gioca un ruolo decisivo Iffe Lundberg aprendo la strada a quel + 16 (78-62) che sarà il massimo divario tra le due squadre. Restano da giocare 2’, ma l’unica cosa che emoziona sono gli applausi che la V nera riceve dal pubblico del PalaDozza in quella che è l’ultima partita della stagione in Piazza Azzarita.

Miglior congedo da questo storico impianto la formazione allenata da Banchi non poteva ottenere. Da novembre, e fino alla fine della stagione, il campo di casa sarà la Segafredo Arena stabilmente allestita nei padiglioni della Fiera.

Il tabellino

VIRTUS BOLOGNA 80 – DINAMO SASSARI 66

VIRTUS BOLOGNA: Cordinier 9, Lundberg 10, Belinelli ne, Pajola 8, Smith 13, Mascolo, Cacok 2, Shengelia 10, Hackett 4, Menalo, Mickey 10, Abass 14. All. Banchi

DINAMO SASSARI: Cappelletti 7, Pisano ne, Treier 11, Tyree 7, Kruslin 7, Whittaker 9, Raspino ne, Gentile 2, Diop 11, Gombauld 6, Mckinnie 4, Charalampopoulos 2. All. Bucchi

Arbitri: Mazzoni, Grigioni, Valleriani

Note. Parziali: 18-20; 45-35; 64-50. Tiri da due: Bologna 16/29; Sassari 20/43. Tiri da tre: 9/23; 5/17. Tiri liberi: 21/25; 11/13. Rimbalzi: 39; 23. 

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp del Carlino clicca qui

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro

Continua a leggere tutte le notizie di sport su