FILIPPO MAZZONI
Virtus

La Virtus cede anche a Milano: il match finisce 90-75

Bianconeri ko in casa dell’EA7. Venerdì prossimo è in programma la sfida col Baskonia

Daniel Hackett, 36 anni, è partito di rincorsa, dopo Alessandro Pajola, ma come i compagni non è mai riuscito a trovare lo spunto giusto (Ciamillo)

Daniel Hackett, 36 anni, è partito di rincorsa, dopo Alessandro Pajola, ma come i compagni non è mai riuscito a trovare lo spunto giusto (Ciamillo)

Milano, 5 aprile 2024 – Brutta prestazione della Virtus che cade pesantemente 90-75 in casa dell’EA7 Milano nella penultima giornata di Eurolega e si vede raggiungere in classifica dal Baskonia, prossimo avversario, all’ottavo posto in classifica. Nel derby d’Italia ad eccezione dei primi minuti in cui la Virtus parte meglio, si assiste ad un monologo della formazione guidata da Ettore Messina che prende in mano il confronto e lo domina. Virtus male male, con una pessima percentuale dalla lunga distanza e che soffre il tonnellaggio di Milano. Continua quindi il momento negativo dei bianconeri che sono attesi adesso da due sfide fondamentali quella di domenica in campionato con Venezia, al Taliercio decisiva per il campionato, e quella altrettanto decisiva di venerdì prossimo con il Baskonia che chiuderà la stagione regolare di Eurolega dei bianconeri e dove, vista la parità in classifica dovuta alla vittoria basca a Madrid 91-95, servirà una vittoria per tenere l’ottava posizione in vista dei playin. Banchi si affida a Pajola, Belinelli, Dobric, Shengelia, Dunston.

Virtus avanti in apertura di match 3-7, Milano ribalta il punteggio nella parte centrale della prima frazione di gioco spingendo il contropiede con un gioco in velocità per prendere scoperta la difesa della Virtus. L’AE7 ha più energia e dà la prima spallata al match toccando la doppia cifra di vantaggio. L’elastico della forbice del distacco si allunga e si accorcia dal 20-9 al 7’ si passa al 24-23 ad inizio seconda frazione di gioco con Shengelia, grande protagonista dell’attacco bianconero in evidenza. La Virtus però non riesce a ribaltare il punteggio e Milano torna ad allungare toccando il +12 all’intervallo e dilagando fino al +24 ad inizio della terza frazione di gioco sul 64-40 al 25’. L’ultimo quarto è pura formalità per Milano che tiene il controllo del confronto senza affanni.

Il tabellino

EA7 MILANO 90 VIRTUS BOLOGNA 75 EA7 MILANO: Napier 8, Tonut 15, Shields 11, Mirotic 18, Melli 13; Lo 2, Poythress 8, Ricci, Hall 8, Hines 4, Voigtmann 3, Flaccadori ne. All. Messina. SEGAFREDO BOLOGNA: Pajola 7, Belinelli 13, Dobric 6, Shengelia 21, Dunston 2; Lundberg 2, Lomazs 2, Hackett 1, Mickey 5, Polonara 8, Zizic 5, Abass 3. All. Banchi. Arbitri: Boltauzer, Lottermoser, Kardum. Note: parziali 22-18, 46-34, 73-53. Tiri da due: Milano 22/34; Virtus 15/30. Tiri da tre: 8/22; 8/29. Tiri liberi: 22/28; 21/25. Rimbalzi: 32; 33.  

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro

Continua a leggere tutte le notizie di sport su