Zirkzee è il più amato, anche dai rivali. L’olandese mvp della serie A di novembre

Tra gol, assist e serpentine mozzafiato ha conquistato le attenzione delle big. Domani ritrova D’Aversa che lo allenò al Pama .

Zirkzee è il più amato, anche dai rivali. L’olandese mvp della serie A di novembre

Zirkzee è il più amato, anche dai rivali. L’olandese mvp della serie A di novembre

Semplicemente il migliore: non solo del Bologna, ma dell’intera serie A. A testimoniare l’esplosione di Joshua Zirkzee è arrivato il premio di mvp del mese di novembre, riconoscimento che arriva dall’associazione italiana calciatori: dai colleghi del numero 9 rossoblù.

Nelle tre gare giocate dai rossoblù il mese scorso, c’è sempre stato lo zampino dell’attaccante: assist per il gol vittoria di Ferguson con la Lazio, tanto per cominciare. Poi gol di Firenze, in cui Zirkzee si è preso anche i galloni di rigorista principe della squadra.

Infine il gol del 2-0 che ha chiuso i giochi con il Torino, arrivato dopo lunga fuga, iniziata sul filo del fuorigioco e conclusa con sterzata e dribbling in bello stile su Vojvoda, prima della stoccata vincente. Ma c’è molto altro, nella stagione di Zirkzee, che ha cominciato a ottobre il personale salto di qualità, che sta coincidendo con quello dell’intera squadra: il gol con l’Inter, bello, bellissimo, dopo aver ubriacato l’intera difesa nerazzurra, e il controllo di tacco con dribbling sul portiere a Reggio Emilia, contro il Sassuolo.

Il totale fa quattro gol e un assist nelle ultime sei gare: niente male per chi, fino alla scorsa stagione, metteva in mostra enormi qualità, ma a sprazzi. Insomma, bravo ma discontinuo. "E poi non segna, deve diventare cattivo sotto porta".

Quest’anno ha già messo insieme 5 reti e 2 assist in 13 presenze in campionato, numeri a cui si somma la rete in Coppa Italia con il Cesena: un anno fa chiuse la stagione con 2 reti e 2 assist in 21 presenze, tra campionato (19 partite) e Coppa Italia (2). Ma i numeri non sono terminati, l’inizio di stagione di Zirkzee è da record: è l’olandese che ha segnato di più nei cinque top campionati europei in questo primo scorcio: anche i tempi per la convocazione in nazionale paiono maturi.

Ma non è finita: è il quarto giocatore in serie A dopo Berardi, Martinez e Giroud che ha contribuito maggiormente ai punti della propria squadra. Perché gli assist per Ferguson con Juventus (1-1) e Lazio (1-0) e i gol segnati contro Cagliari (2-1, rete del momentaneo pareggio), Inter (2-2 rete del pareggio), Sassuolo (1-1), Fiorentina (1-2) e Torino (2-0 rete inutile ai fini della classifica) hanno portato in dote 7 punti. Il Bologna e Zirkzee viaggiano in direzione Lecce per confermarsi, con l’attaccante che ritroverà quel D’Aversa che lo svezzò alla sua prima esperienza in Italia ai tempi del Parma, tra il gennaio e il giugno del 2021. Quella era un’altra storia, questo è un altro Zirkzee, attaccante che ha ormai gli occhi di mezza Europa addosso, a partire dal Milan.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro

Continua a leggere tutte le notizie di sport su