Apre l’Emporio Un carrello di solidarietà

In attesa della sede definitiva a Torre del Moro, ’Il Barco’ ieri ha inaugurato il negozio all’interno del Mercato ortofrutticolo

Apre l’Emporio Un carrello di solidarietà
Apre l’Emporio Un carrello di solidarietà

Se è vero che, come dice il sindaco Enzo Lattuca prima di tagliare il nastro all’emporio Solidale ‘Il Barco’, per chi vive in situazione di indigenza non si fa mai abbastanza e che lo spirito col quale ci si deve rivolgere verso chi allunga una mano è quello di compiere un dovere e non un gesto residuale, da ieri a Cesena è attivo uno spazio che rappresenterà di certo un aiuto più che concreto verso la fascia più debole della nostra comunità. I locali nell’area artigianale di Torre del Moro all’interno dei quali verrà collocata in pianta stabile l’attività devono ancora essere restaurati e dovrebbero essere effettivamente fruibili entro l’anno, ma per il mondo del volontariato cesenate e soprattutto per le famiglie che si trovano in situazione di indigenza, ogni giorno in più di attesa è un giorno sprecato, che non fa altro che sommare i rimpianti ai problemi.

Dunque, sulla scia del ‘rodaggio’ forzato ai tempi dell’alluvione, ieri mattina, grazie alla disponibilità del Mercato Ortofrutticolo che ha offerto un locale da dedicare ad hoc all’iniziativa, è stato inaugurato l’Emporio Solidale ‘Il Barco’. Si tratta di un vero e proprio ‘negozio’ che dovrà rappresentare un concreto sostegno alla spesa quotidiana e uno spazio accogliente di incontro e socializzazione. È il frutto di un percorso partecipato avviato dal Comune di Cesena insieme a otto associazioni territoriali (Auser, Croce Rossa Italiana, Adra - Chiesa Avventista, San Vincenzo de Paoli, Mater Caritatis, Campo Emmaus, Centro di Aiuto alla Vita e Arci Solidarietà) che hanno voluto investire le loro risorse, le loro conoscenze e le loro competenze per un obiettivo comune: essere di aiuto alla comunità locale accompagnando le famiglie in difficoltà socio-economica in percorsi di autonomia e rinascita attraverso la fornitura di beni e servizi. Si tratta dunque di un’evoluzione del servizio di distribuzione di pacchi alimentari che, inizialmente, svolgerà il suo servizio di sostentamento a 100 famiglie in difficoltà provenienti dai Comuni dell’Unione Valle del Savio. L’accesso sarà concesso a seguito dell’erogazione di una tessera con punti necessaria all’acquisizione dei prodotti richiesti. A ciascuna famiglia verrà rilasciata una dotazione di credito in punti che rappresenta il limite massimo spendibile da parte del nucleo familiare in quattro settimane. É possibile fare richiesta per l’accesso al servizio contattando l’associazione.

Il servizio, gestito da una decina di volontarie e volontari su turno, sarà aperto alle famiglie destinatarie tre giorni a settimana: lunedì e venerdì dalle 13 alle 16 e mercoledì dalle 11 alle 14. La collocazione all’interno del Mercato Ortofrutticolo è strategica anche in ottica di una futura, imminente, nuova collaborazione che permetterà di rendere disponibili per ‘Il Barco’ anche le eccedenze di frutta e verdura che, in base a specifiche direttive regionali, possono essere reinserite al settore del consumo nell’ambito della lotta alle povertà. Per chiedere informazioni o per diventare volontario: https://www.ilbarco.org/.