"Centrodestra compatto, Pd con i nervi tesi"

Il coordinatore di Fratelli d'Italia e il coordinatore di Gioventù Nazionale replicano alle critiche del segretario del Pd di Cesena, sostenendo che il centrodestra è unito e ha un candidato forte come Marco Casali. Criticano anche il Pd per le promesse disattese e l'ecologismo militante.

"Centrodestra compatto,  Pd con i nervi tesi"
"Centrodestra compatto, Pd con i nervi tesi"

"Davanti a un centrodestra compatto, che in modo unitario converge sulla figura di Marco Casali come candidato sindaco; davanti a un percorso avviato già da diversi mesi ci pare davvero difficile vedere un ‘centrodestra che perde pezzi’, come sostiene il segretario del Pd di Cesena". Così Luca Lucarelli (nella foto), coordinatore comunale di Fratelli d’Italia, e Nicholas Pellegrini, coordinatore provinciale di Gioventù Nazionale, replicano alle parole del segretari comunale del Pd Lorenzo Plumari.

"La nostra forza crescente ha una visione alternativa del presente e del futuro della nostra città,e ha veramente a cuore i cesenati – proseguono i due esponenti di FdI – . Nel Pd c’è nervosismo, è già evidente. Forse perché in questa tornata elettorale c’è un candidato forte come Marco Casali che ha al suo fianco un partito come Fratelli d’Italia e una coalizione unita e decisa a fare Cesena un nuovo entusiasmo, cavalcando anche l’onda degli ottimi risultati del Governo Meloni. Avere un buon rapporto con l’esecutivo dovrebbe essere nello spirito di ogni amministrazione locale, mentre il sindaco Lattuca e il Pd non hanno saputo far altro che criticare e attaccare il Governo, anche a costo di inventarsi le cose come successo durante il post alluvione".

"Quanto all’annunciata apertura alle donne in lista da parte del Pd, cos’è una gentile concessione? L’apertura di Plumari dovrebbe far arrossire di vergogna la sinistra – continuano – L’attenzione ai giovani e ai punti di ritrovo è roba vecchia: la sentiamo ripetere ad ogni campagna elettorale, ma il Pd è ancora fermo al palo: le solite promesse disattese. E se l’ecologismo del Pd è quello militante che vuole bloccare lo sviluppo di Cesena e delle sue imprese, questo è un altro motivo per scegliere un’alternativa di governo della città che guarda a uno sviluppo sostenibile a tutto tondo".