’Chi Burdel’, 3500 euro donati alla scuola di Ronta

La somma verrà utilizzata per acquistare computer e lavagne andati distrutti. Nelle due serate alla festa benefica hanno partecipato 2000 persone.

’Chi Burdel’, 3500 euro  donati alla scuola di Ronta

’Chi Burdel’, 3500 euro donati alla scuola di Ronta

di Giacomo Mascellani

È stata un successo l’edizione 2023 della manifestazione ’Chi Burdél fan festa’, la rassegna a scopo benefico giunta alla 13ª edizione. Le due serate hanno registrato un’alta presenza di pubblico e nella seconda si sono raggiunti numeri molto alti in termini di affluenza generale. Complessivamente sono state calcolate oltre 2mila presenze. Nella prima giornata si sono esibiti i Queeniez e la mascotte del gruppo Jonny, mentre nella seconda serata sul palco sono state protagoniste le Villmora e i Total Peppers.

Dalla cucina sono stati preparati strozzapreti alle seppie, gnocco fritto, pesce fritto, piadina con salsiccia e affettati, paella e altre prelibatezze che sono andate per la maggiore fra i partecipanti. Il Bar Gelateria Duse ha portato il gelato fresco trasportato dalla gelateria mobile, mentre Rudy e Marinette hanno preparato lo zucchero filato. Nel corso della festa si è svolta anche la gara di torte preparate dalle azdore volontarie, mentre i bambini si sono divertiti nell’area giochi, a creare spille e disegni originali, coordinati da Damiano Saulig e Walther Cortesi. Presenti anche Gianni Angelini con il suo stand di foto e Mirco Lucchi con le sue scatole di legno create a mano. Una volta tolte le spese, il ricavato sarà destinato interamente in beneficenza a dimostrazione del grande cuore di organizzatori e partecipanti.

"E’ stato ancora un volta un grande gioco di squadra _ commenta Giuseppe Angelini _ e la manifestazione è stata resa possibile grazie ai privati, alle aziende che hanno dato il loro contributo e chi ci ha fornito le attrezzature, sedie, tavoli e panche, oltre a Romagna Banca che da anni ci sostiene nelle nostre iniziative. Il plauso più sentito va però ai ragazzi di Cannucceto che nelle giornate antecedenti alla festa hanno dato una mano a montare lo stand e la tensostruttura. Un ringraziamento particolare va alla Croce Rossa di Cesenatico, alla Polizia di Stato, alla sezione di Cesena dell’Associazione nazionale dei carabinieri se al servizio Alto rischio per aver vigilato sulla festa. La nostra forza sono i nostri 80 volontari che hanno lavorato all’evento mettendoci tanto cuore". Quest’anno si è creato un bel ponte fra i volontari villaltesi ed alcune realtà di Cesena. Nelle settimane scorse ’Chi Buirdèl’ hanno consegnato alla scuola elementare di Ronta la somma di 3.500 euro per acquistare computer, lavagne lim e arredi distrutti dall’alluvione. Anche Ilyas, il bambino di 8 anni affetto da una malattia invalidante, a cui è dedicato l’evento dei giorni scorsi, abita a Ronta con la famiglia e ha partecipato alla festa assieme ai volontari.