Dieci sindaci sui binari:: "Più fermate per i treni"

L’appello indirizzato alle Ferrovie dello Stato con l’aiuto dell’assessore Corsini: segnalate le carenze maggiori soprattutto per la mattina e la notte.

Dieci sindaci sui binari:: "Più fermate per i treni"

Dieci sindaci sui binari:: "Più fermate per i treni"

Una lettera indirizzata da 10 sindaci e sindache del Rubicone e della Valmarecchia alle Ferrovie dello Stato per potenziare le fermate dei treni alle stazioni di Gambettola, Savignano e Santarcangelo. L’iniziativa vede coinvolti i sindaci e le sindache dei Comuni di Borghi Silverio Zabberoni, Cesenatico Matteo Gozzoli, Gambettola Letizia Bisacchi, Gatteo Roberto Pari, Longiano Mauro Graziano, Roncofreddo Sara Bartolini, San Mauro Pascoli Luciana Garbuglia, Savignano sul Rubicone Filippo Giovannini, Sogliano al Rubicone Tania Bocchini, riuniti nell’Unione Rubicone e Mare, e le sindache di Verucchio Stefania Sabba e Santarcangelo di Romagna Alice Parma, che aderiscono all’Unione Valmarecchia. Supportati nelle loro richieste dall’assessore regionale alla Mobilità, Andrea Corsini, segnalano in particolare, alcune fermate necessarie per integrare fasce orarie della giornata che, al momento, risultano in parte o del tutto prive del servizio. In particolare chiedono che il treno che parte da Forlì alle 9.28 si fermi nelle stazioni di Gambettola, Savignano sul Rubicone e Santarcangelo, al momento prive, e che il treno che parte da Forlì alle 10.33 fermi anche a Gambettola e Santarcangelo mentre ora ferma solo a Savignano. Questo andrebbe a servire la fascia centrale mattutina nella tratta che altrimenti sarebbe completamente scoperta, in direzione Bologna-Ancona. Nella direzione Ancona-Bologna le criticità sono maggiori. Le carenze riguardano la prima parte della mattinata mentre la possibilità di avvalersi del trasporto ferroviario nelle ore serali e notturne è del tutto assente. La segnalazione dei sindaci e delle sindache riguarda i treni che partono da Rimini alle 8.02, alle 9.58 e alle 22.04, tre corse per le quali si chiede la fermata anche nelle stazioni di Santarcangelo, Savignano sul Rubicone e Gambettola. Per le fasce notture si chiede che la tratta venga implementata, con le stesse fermate negli orari 23.45-24 e 1.30-1.45.

"La richiesta di aumentare le fermate dei treni sulle colline del Rubicone e nella Valmarecchia deve trovare una risposta positiva per due importanti ragioni – dice l’assessore regionale Andrea Corsini – La prima è che il turismo outdoor e dei borghi in questi ultimi anni si sta sviluppando sempre di più e le colline romagnole, luoghi di grande bellezza paesaggistica e storica, possono diventare ancora più attrattive se migliora anche l’accessibilità. La seconda ragione risponde alla sfida al cambiamento climatico che ci chiede di investire e rafforzare il trasporto collettivo come scelta prioritaria e principale negli spostamenti di cittadini e turisti.