Elezioni amministrative. Montalti inizia la sua corsa

I primi punti del programma spiegati in un incontro pubblico a Palazzo Pesarini "Focus dal calo demografico e i servizi pubblici, all’agricoltura e il turismo".

Elezioni amministrative. Montalti inizia la sua corsa
Elezioni amministrative. Montalti inizia la sua corsa

"Salone di Palazzo Pesarini a San Piero in Bagno gremito di cittadini venuti ad assistere alla prima uscita in pubblico di Enzo Montalti, candidato sindaco per la lista Insieme per Bagno di Romagna per le elezioni comunali di giugno 2024. Poltrone esaurite e gente in piedi fin fuori della sala". Esordisce così la nota dei promotori della predetta lista. Il candidato Montalti ha specificatoche la lista "si riconosce nei valori del centrosinistra e nello spirito antifascista della Costituzione", per poi anticipare alcuni temi del suo programma.

Fra questi, "il preoccupante calo demografico di Bagno, la questione dei servizi pubblici, tra cui sanità, scuola e trasporti, da difendere, consolidare e aggiornare. Poi l’economia, il lavoro e i diritti, la costruzione della Città delle Acque, la necessità della crescita del turismo straniero, la necessità di valorizzare l’agricoltura, la tutela degli insediamenti nel territorio rurale ed altro ancora". Montalti, 68 anni, nato a Bagno, vita professionale in aeronautica militare, è stato introdotto dall’intervento di Pietro Bellucci, segretario del Pd di Bagno. "Le sfide complesse per la nostra collettività, per i prossimi dieci anni, richiederanno il massimo della collaborazione tra le forze democratiche locali – ha detto Bellucci –. Per questo e anche per rilanciare la partecipazione dei cittadini ai problemi collettivi, era stato proposto un confronto a "Visione Comune", movimento civico governa ora e che si è mostrata indisponibile non solo all’accordo, ma pure al semplice confronto. Il che denota il prevalere di forze allergiche a ogni rapporto col centrosinistra".

Gilberto Mosconi