Il Cesena prepara la rivincita contro l’Olbia . Toscano: "Ripartiamo più forti di prima"

Oggi alle 16.15 via al girone di ritorno. Il tecnico: "La sconfitta alla prima giornata ci ha fatto bene, da allora c’è stata una metamorfosi"

li

Sembra passato un secolo e invece sono solo quattro mesi anche se in mezzo ci sta tutto il girone di andata. A inizio settembre il Cesena scivolò a Olbia iniziando malissimo il suo campionato. Da allora ha cambiato pelle e in fine dei conti quello scivolone si è rivelato salutare per far capire a Prestia e compagni come si fa in campionato. Oggi i sardi arrivano in Romagna, penultimi in classifica, 10 gol subiti nelle ultime 3 partite senza segnarne alcuno, mentre il Cesena è capolista solitario. "Occorre ripartire più forti di quando abbiamo finito, a prescindere dall’avversario". Mimmo Toscano non è a caccia di vendette, gli interessa solo continuare sulla falsariga del girone di andata. "Continuità e prestazioni importanti oltre ai risultati. Ecco ciò che serve per coltivare un sogno. Siamo cambiati tanto rispetto a quel match di esordio, quella sconfitta ci ha fatto capire molte cose e ci ha aiutato a cambiare soprattutto sul piano mentale. Anche l’Olbia ha cambiato nelle ultime gare, abbiamo lavorato sui due volti che ha mostrato in questo girone di andata, l’obiettivo è continuare ad alzare il livello e crescere ancora perché i margini ci sono".

Sulla carta non c’è gara, il calcio però insegna che le sorprese sono dietro l’angolo ed è meglio non fidarsi perché gente come Ragatzu può punire in ogni momento. "I ragazzi sono tornati bene dalla sosta, avevano un programma ben preciso che hanno rispettato, hanno la testa giusta e sanno cosa fare per partire forte. In settimana ho visto dedizione e attenzione". Non si può prescindere dal mercato che ha già prodotto un primo effetto con la partenza di Bumbu. "Un ragazzo benvoluto da tutti, dotato di valori straordinari, ho apprezzato la sua voglia di trovare spazio, qui ne avrebbe avuto poco. Gli faccio di cuore un grande in bocca al lupo". Per il resto no comment. "Non ne stiamo parlando il mercato è lungo, dura un mese, la società è attenta a ciò che succede per eventuali innesti, siamo vigili per valutare le situazioni che si creeranno. Devo dire che le cose vanno bene, preferisco migliorare con questo gruppo. A Cesena verrebbero tutti di corsa, personalmente preferisco migliorare con questi ragazzi che hanno ancora margini di miglioramento importanti. Stiamo vigili, se uno chiede di andare via è normale che cercheremo di accontentarlo". Tornando al match del pomeriggio la rosa è al completo con l’eccezione di Ciofi. Quindi non c’è che l’imbarazzo della scelta, situazione che il tecnico apprezza tantissimo. "La formazione la fanno i ragazzi, ho la fortuna di allenare un gruppo che viaggia sempre al massimo. Il girone di ritorno sarà più duro dell’andata perché gli obiettivi si fanno stringenti e tutto si fa più complicato".