Il vicesindaco replica a FdI "Nessun grazie al governo"

Castorri difende Lattuca e contrattacca: "Il Comune ha agito bene: non bastano le parole del commissario, i fondi non sono ancora arrivati".

Il vicesindaco replica a FdI  "Nessun grazie al governo"

Il vicesindaco replica a FdI "Nessun grazie al governo"

di Andrea Alessandrini

Spetta questa volta al vice Christian Castorri, assessore ai lavori pubblici, avvicendare il sindaco nella pratica ormai quotidiana della dilagante controversia sui fatti del post alluvione.

L’assessore ai lavori pubblici (Cesena 2024) contrattacca alle bordate del coordinatore di FdI cesenate Luca Lucarelli che aveva accusato Lattuca di arrogarsi meriti che non gli spettano, tipo aver anticipato le spese che i fondi in arrivo dal Governo rimborseranno ai Comuni essendo questa la prassi, di aver inserito opere in edifici non danneggiati dall’alluvione e aver assunto un atteggiamento di polemica strumentale per partito preso contro il Governo. Secondo Castorri sono affermazioni prive "di ogni logico fondamento".

"Quando Lucarelli scrive che l’amministrazione comunale di Cesena ha già dimostrato di non sapere fare di conto, o di voler fare la furbetta, inserendo opere in edifici danneggiati non dall’alluvione ma a causa della incapacità amministrativa del Comune, con il rischio di togliere soldi ai cesenati alluvionati – afferma Castorri – è apertamente sleale. Come richiesto dalla Protezione Civile, abbiamo inviato da giugno un resoconto esaustivo di tutti i danni registrati al patrimonio pubblico, compresi gli edifici che hanno subìto non solo danni da alluvione ma da penetrazione di acqua dalle coperture o dagli infissi e di risalita dalle falde per la grande quantità di acqua caduta, per una ricognizione completa fin da subito. Questo stesso elenco, riferito ai danni ai fabbricati, è stato oggetto di denuncia di sinistro alla compagnia assicurativa che sta effettuando una istruttoria per verificare i presupposti di risarcimento del danno". "Nessuna arroganza dunque da parte dell’amministrazione – prosegue il vicesindaco Castorri – ma solo la necessità di dare risposte a cittadini e imprese colpite dall’alluvione e la necessità di gestire il bilancio sapendo su quali risorse contare. Noi amministriamo con la responsabilità di dare risposte concrete e immediate a differenza di chi, come Lucarelli, si limita a produrre comunicati stampa privi di ogni logico fondamento".

"Nessuna mistificazione e speculazione, a differenza di Fratelli d’Italia. Le rassicurazioni, seppure molto importanti fornite da un autorevole generale dell’esercito (il commissario per la ricostruzione Figliuolo, ndr) – rimarca Castorri – ad un certo punto non bastano più. Servono fatti. Noi saremmo stati i primi a ringraziare il Governo di fronte ad aiuti concreti. Oggi però facciamo fatica a trovare una motivazione per essere grati di qualcosa. Ma soprattutto facciamo fatica a rassicurare i cittadini che si rivolgono a noi chiedendo aiuto e facciamo fatica a far proseguire i lavori di ripristino necessari".