"In Colombia per trovare la fabbrica del cioccolato"

La titolare delle gelaterie Jessica Galletti partirà per il paese sudamericano a caccia del migliore cacao per creare un nuovo gusto e una linea di barrette.

"In Colombia per trovare la fabbrica del cioccolato"
"In Colombia per trovare la fabbrica del cioccolato"

Una delle artigiane romagnole più famose, sarà la protagonista di un viaggio nelle piantagioni della Colombia a caccia del "cacao degli Dei". Jessica Galletti, titolare di note gelaterie sul lungomare di Cesenatico e nel centro di Cesena, farà un interessante viaggio-studio a Bogotà, con l’obiettivo di trovare le fave migliori, per creare un nuovo gusto gelato e per realizzare una nuova linea di cioccolato fondente in barrette. Jessica prenderà l’aereo il 6 gennaio diretta in Colombia. Per quasi due settimane, tra le regioni del Meta e del Guaviare a pochi chilometri dalla capitale Bogotà, l’imprenditrice perlustrerà le "cabosse di criollo" per degustare le aromatiche fave di cacao e selezionare una delle botaniche più preziose del gelato. Nella foresta amazzonica, dove un tempo fiorivano le piantagioni di cocaina poi sequestrate ai Narcos di Pablo Escobar, assisterà ai processi di coltivazione, visiterà i centri di fermentazione e, sperimentando diverse analisi sensoriali, farà tappa anche al "Sena", un centro di formazione con laboratorio di analisi annesso, sede del germoplasma del cacao di tutta la Colombia. "Il mio obiettivo – dice Jessica Galletti – è trovare la "massa" di cioccolato più adatta alle mie esigenze. Esistono infatti migliaia di piantagioni diverse di cacao, ognuna con i suoi aromi e i suoi profumi. L’unica certezza è che le fave colombiane, che si estendono su oltre due milioni di ettari di piantagioni, sono notoriamente le migliori del mondo e dunque sono certa che, dopo questo viaggio, sarò in grado di creare a Cesenatico un gusto al cioccolato unico".

La Galletti con questo viaggio in Sud America non intende fermarsi al gelato, ma vuole sperimentare qualcosa di più: "Tra i miei nuovo progetti c’è anche la creazione di una nuova linea di cioccolato in barrette, realizzata con pura fava di cacao colombiana. Forse molti ignorano che il nostro cioccolato, quello che acquistiamo nella grande distribuzione, è spesso un prodotto di modesta qualità. In Italia abbiamo tante eccellenze gastronomiche ma manca del tutto una vera cultura del cioccolato. Del resto, se una barretta di fondente costa meno di un euro, non si può anche pretendere di avere un cacao di qualità. Per questo vorrei iniziare un progetto nuovo, valorizzando un prodotto che possiede anche delle proprietà nutrizionali importanti. I polifenoli contenuti nelle fave di cacao, infatti, non solo possiedono spiccate qualità antiossidanti, ma anche potenziali proprietà antinfiammatorie. Fra i miei obiettivi del 2024 c’è quello di selezionare un cioccolato che faccia bene, consigliato anche per i bambini e che entri a pieno titolo nei regimi dietetici più genuini e salutari".

Giacomo Mascellani