Indagine suI divario di genere: "Tra i musicisti e i cantanti soltanto uno su cinque è donna"

Si presentano domani i risultati di una ricerca dell’associazione cesenate ’L’Aquilone di Iqbal’. Somministrati 800 questionari sulla presenza femminile percepita nell’industria discografica.

Quanto è inclusivo oggi il mondo della musica? Quante sono le donne che lavorano nell’industria discografica? I numeri parlano chiaro: anche se negli ultimi anni c’è stato un cambiamento in positivo, la strada per ridurre il divario di genere è ancora lunga. Lo dice una ricerca condotta dall’associazione cesenate l’Aquilone di Iqbal nell’ambito del progetto Tratti di Donna: le tendenze emerse saranno presentate domani alle 17.30 allo Spazio Marte, in via Silvio Corbari. ‘Che genere di musica’ è il titolo della ricerca, realizzata con il supporto del laboratorio di Psicologia di Comunità dell’Università di Bologna, che ha impegnato per più di un anno le giovani cesenati che partecipano alle attività di Tratti di Donna. "Grazie alla collaborazione con l’associazione Retro Pop Live, nel corso dell’edizione 2023 di Acieloaperto abbiamo distribuito fra il pubblico presente ai concerti un questionario, coinvolgendo più di 800 persone – spiega racconta Sofia Mariani, dottoranda in psicologia che ha fatto da referente per l’università nella realizzazione del sondaggio –. Nel questionario veniva chiesto a ogni intervistato quali erano i suoi gusti musicali e come percepiva la presenza femminile nell’industria discografica: ne è uscita una raccolta dati importante, con tendenze che fanno riflettere - continua -. Ad esempio fra chi ascolta musica trap e rap la considerazione del ruolo della donna risulta piuttosto scarsa".

Quella realizzata dall’Aquilone di Iqbal è una ricerca unica nel suo genere, il primo studio sperimentale di psicologia che indaga le questioni di genere in ambito musicale: quello che emerge è che si sono fatti passi in avanti, ma le quote rosa nel settore restano sempre una minoranza. "I dati dell’industria musicale globale parlano di un 20% di artiste donne tra musicisti e cantanti - rivela Sofia Mariani -. Le autrici sono il 10% degli artisti che scrivono musica, le produttrici meno del 5%". "Si tratta di dati – mette in luce Sofia Mariani – , raccolti ogni anno da Spotify insieme alla University of Southern California, che si riflettono un po’ in tutti gli ambiti musicali. "Anche analizzando le presenze dell’ultimo Festival di Sanremo abbiamo rilevato le stesse percentuali - continua la giovane psicologa cesenate -, stessa cosa per i dati emersi dal sondaggio realizzato nelle serate di Acielaperto", rassegna che nelle sue 11 edizioni ha dato spazio a grandi artiste della scena nazionale e internazionale".