La pediatra va in pensione. Il sostituto resterà solo un anno

SARSINA L’avvicendamento tra pediatri di libera scelta è spesso vissuto con grande attenzione da parte delle famiglie che attendono di confrontarsi...

La pediatra va in pensione. Il sostituto resterà solo un anno
La pediatra va in pensione. Il sostituto resterà solo un anno

L’avvicendamento tra pediatri di libera scelta è spesso vissuto con grande attenzione da parte delle famiglie che attendono di confrontarsi col nuovo professionista al quale affideranno la salute dei loro bimbi. Vale sempre, ma vale in particolare in una comunità come quella di Sarsina e dell’Alto Savio, dove le figure dei pediatri di certo non abbondano. Un problema che tocca anche il Comune e il sindaco Enrico Cangini (nella foto).

Così mentre cittadini e istituzioni in questi giorni hanno ringraziato la dottoressa uscente, Alessandra Foschi, andata in pensione dopo 30 anni di attività nella vallata, mamme e papà ora restano alla finestra in attesa degli eventi. Serve evidentemente rimpiazzare la figura che ha lasciato l’ambulatorio e al momento dall’Ausl è stato scelto, con un incarico a tempo determinato di un anno, il dottor Giovanni Greco, che in questi giorni sta definendo orari e modalità di visite.

"Ci rendiamo conto che servirà una fase di transizione – è la segnalazione di alcune famiglie sarsinati – ma auspichiamo che questo periodo sia il più breve e indolore possibile. Parliamo della salute dei nostri piccoli ed è naturale aspettarsi risposte e confronti, magari di primo acchito anche semplicemente telefonici in attesa di una visita in ambulatorio. In particolare per chi è appena diventato genitore, i dubbi sul da farsi davanti anche semplicemente a un attacco influenzale ci sono e crediamo che lo spirito della sanità di oggi non sia certo quello di correre a intasare i pronto soccorso. C’è chi tra noi in questi giorni è stato ‘liquidato’ frettolosamente e ha dunque pensato di rivolgersi ad altri pediatri, ma al di là delle scelte individuali resta un dato oggettivo: in tutta la vallata del Savio i pediatri presenti sono pochi e per di più a breve altri andranno in pensione".

Luca Ravaglia