Lo sportello ’Bi-sogni in ascolto’ apre ai genitori degli alunni più piccoli

Un percorso di supporto, assieme a una psicologa, così che le famiglie possano trovare strategie per gestire le fragilità dei bimbi

Lo sportello ’Bi-sogni in ascolto’ apre ai genitori degli alunni più piccoli
Lo sportello ’Bi-sogni in ascolto’ apre ai genitori degli alunni più piccoli

Il Primo Circolo didattico di Cesenatico, per il diciottesimo anno consecutivo, propone a genitori e insegnanti delle scuole materne ed elementari, un servizio di consulenza psicopedagogica dal titolo "Bi-sogni in ascolto". Lo ha comunicato la dirigente scolastica Paola Fabbri. Il progetto, che si configura come uno sportello d’ascolto, sarà attivo fino alla fine dell’anno scolastico. Si tratta di un importante strumento per poter affrontare tematiche e problematiche inerenti alla crescita di bambini e bambine, legate all’insuccesso, alla dispersione scolastica, al bullismo, ma anche a quotidiane difficoltà emotive che accompagnano il processo formativo degli alunni.

Il servizio offre, mediante il supporto di una psicologa esperta, strategie di intervento da porre in essere nella gestione delle fragilità di bambini e alunni. In una nota l’insegnante Elena Fabbri referente del progetto, sottolinea anche l’importanza del contributo di Credito Cooperativo Romagna Banca. Le modalità di attuazione del progetto prevedono momenti di ascolto, azioni di sostegno e momenti di osservazione delle dinamiche relazionali all’interno delle classi, al fine di facilitare la creazione e lo sviluppo di ambienti proficui all’apprendimento.

Lo Sportello "Bi-sogni in ascolto" è tenuto da Silvia Severi, psicologa e psicoterapeuta. Il servizio è svolto prevalentemente nella giornata di martedì dalle 15 alle 18, nei locali della scuola elementare "Ada Negri" in via Don Minzoni. Per accedervi occorre fissare un appuntamento, chiamando il numero 371 1233135, nelle giornate di mercoledì dalle 8 alle 10 e dalle 14 alle 15 e, nella giornata del sabato, dalle 10 mezzogiorno.

g.m.