Nemo Industrie rilancia sul futuro: "Più assunzioni"

Acquisita da Quick spa, l’orizzonte si fa più ampio. L’ad Cesari: "Radicarsi sul territorio è la chiave". .

Nemo Industrie rilancia sul futuro: "Più assunzioni"
Nemo Industrie rilancia sul futuro: "Più assunzioni"

Nuova guida per la storica impresa mercatese Nemo Industrie, 60 dipendenti, fondata nel 1969 specializzata nella produzione di componentistica nautica per barche a motore e a vela, acquisita da Quick spa, leader internazionale nel settore degli accessori nautici. L’operazione fa parte di un più ampio processo di consolidamento, che comprende l’acquisizione anche di Xenta, specializzata in sistemi integrati per yacht e superyacht, e Sanguineti Chiavari, specializzata nella produzione di sistemi di movimentazione per yacht e superyacht.

"Queste acquisizioni mirano a potenziare la posizione di Quick Spa nei nuovi segmenti di mercato – spiega Lorenzo Cesari, amministratore delegato di Nemo Industrie –. I fondi coinvolti nell’acquisizione di Nemo Industrie da parte di Quick sono Fondo Italiano d’Investimento Sgr (FII),e Armònia Sgr, che hanno acquisito il 70% della partecipazione in Quick. La loro partecipazione non si limita al finanziamento, ma comprende anche un approccio che mira a favorire processi di aggregazione e a superare eventuali ostacoli alla crescita, come il ricambio generazionale e la mancanza di esperienza manageriale".

L’obiettivo di Quick Group è di essere presente nel territorio in modo concreto e sostenibile. "Sin dalla sua costituzione, Quick crede nella centralità delle persone e della comunità – spiega Cesari –. Intendiamo diventare un punto di riferimento non solo per attrarre capitale umano, ma soprattutto per contribuire in modo significativo alla linfa vitale di tutte le aziende, avviando dialoghi e collaborazioni con istituzioni ed amministrazioni locali" grazie anche al supporto di Confartigianato.

Ulteriore conferma della volontà di valorizzare il territorio viene data dall’acquisizione da parte di MH Holding, la holding familiare del fondatore di Quick Michele Marzucco, dell’immobile di Nemo per mantenere l’attività produttiva a Mercato Saraceno. "Una delle prime aree di intervento – continua l’ad – sarà il miglioramento dei processi operativi, un’altra riguarderà l’allineamento degli standard delle risorse umane con quelli del Gruppo.

Quick Group prevede di assumere nuovo personale edi avviare nuove collaborazioni con fornitori e partner. "La volontà di Quick Group di radicarsi sul territorio rappresenta una importante garanzia per il futuro dell’azienda – mette in luce il Gruppo di Presidenza Confartigianato cesenate –. Daremo il nostro contributo per favorire questo processo, che avrà ricadute e benefici sull’azienda e su tutto il sistema locale".