Parla la fondatrice del M5S: "Allearsi a Cesena con il Pd è un atto contro natura"

Natascia Guiduzzi candidata sindaco due volte non aderisce più al movimento "Assurdo calare la linea dall’alto. Il rientro di Valletta? Non lo voterei mai".

Parla la fondatrice del M5S: "Allearsi a Cesena con il Pd è un atto contro natura"

Parla la fondatrice del M5S: "Allearsi a Cesena con il Pd è un atto contro natura"

Natascia Guiduzzi, candidata per il M5Stelle alle comunali del 2009 e del 2014 e consigliere comunale pentastellata in due legislature, è stata tra i fondatori del Movimento.

É ancora aderente al M5S cittadino, Natascia Guiduzzi?

"No, da anni sono uscita e nel 2019 non feci parte della lista candidata, ero svuotata e poco motivata".

Sta seguendo la disputa tra i coordinatori che vorrebbero l’alleanza con il Pd e i militanti locali che non la vogliono e che cosa ne pensa?

"Eccome se la seguo. La mia opinione è che hanno ragione i militanti locali, perché non si calano mai le linee politiche dall’alto sulla pelle delle persone. Claudio Capponcini, dopo tutti gli anni in cui si è speso per il M5S, non andava trattato così".

I coordinatori non declinano una linea nazionale?

"I coordinatori non conoscono la realtà cesenate di questo quindicennio, altrimenti si renderebbe conto che ciò che propongono è contro natura".

Può spiegare perché?

"Ma è evidente: a Cesena Pd e sono andati in due direzioni diverse e i Democratici hanno preso in considerazione le proposte del movimento solo quando si sono trovati all’angolo, costretti a farlo, come ad esempio quando accettarono la costituzione della Commissione di garanzia dopo le dimissioni dell’assessore Dionigi, durante la legislatura Lucchi due. Commissione da noi proposta, che accettarono obtorto collo perché non potevano esimersi. Ma tanti altri nostri contributi li hanno rifiutati".

Come vede il rientro di Vittorio Valletta nel M5S?

"Come lo vede Capponcini: male".

Lei alle comunali voterà il M5S?

"Se ci sarà la lista con Valletta alleata con il Pd neanche morta".

Quali sono le sue previsioni sull’esito delle comunali?

"Stimo Casali, l’ho conosciuta in consiglio comunale ed è una persona in gamba e per bene. Anche Giangrandi è un buon candidato. Fossi in Lattuca farei fatica a dormire di notte".

Crede che perderà?

"Non ho detto questo, ma andrà al ballottaggio e lì sarà tutto possibile".

Lei ha chiuso con la politica?

"Mi piace ancora molto seguirla e per le comunali ho avuto due proposte di candidatura, anzi due e mezza, ma ho risposto picche. Non è detto però che la lontananza duri a lungo".