Strada franata per 30 metri. Via Fornasaccia sotto i ferri

Stanziati dal commissario Figliuolo 350mila euro per il consolidamento. Collocati 53 pali a una profondità di 12 metri, Hera al lavoro sulla rete idrica.

Strada franata per 30 metri. Via Fornasaccia sotto i ferri

Strada franata per 30 metri. Via Fornasaccia sotto i ferri

Proseguono i lavori di risanamento di un tratto stradale di via Fornasaccia, nel quartiere Ravennate. A seguito dell’alluvione, sulla sponda destra del fiume Savio, la strada è franata per un tratto di 30 metri. Una lesione che si è estesa in parte verso valle in quanto per un’ulteriore porzione di circa 30 metri, è franato l’arginello portandosi dietro la relativa barriera di sicurezza. Per questa ragione è stato approvato il progetto corrispondente a un importo di 350mila euro destinati a Cesena dalla struttura commissariale, a seguito dell’autorizzazione arrivata dalla Soprintendenza, l’amministrazione comunale ha assegnato i lavori alla ditta Biguzzi di Forlimpopoli (capofila).

Ad oggi il cantiere è interessato dalla conclusione delle operazioni di posa della trave di coronamento di 53 pali del diametro di 80 centimetri che sono già stati realizzati mediante trivellazione per arrivare a una profondità di 12 metri. Nei prossimi giorni, dopo una breve interruzione prevista per garantire ad Hera Spa di ripristinare l’anello della condotta idrica interrotta a causa della frana, i lavori stradali ripartiranno per mano del Consorzio Imprese Romagnole (COIR) per l’esecuzione delle seguenti opere: condotta fognaria e pozzetti a caditoia relativa allo smaltimento delle acque meteoriche della strada nel tratto oggetto dell’intervento; realizzazione dello condotta di scarico al fiume, della sistemazione della scarpata e posa della biostuoia, formazione della fondazione stradale e pavimentazione stradale; posa del guard-rail (presumibilmente prima settimana di agosto).

"Il cantiere in corso in via Fornasaccia – commenta l’assessore ai Lavori Pubblici con delega al Coordinamento e alla ricostruzione post alluvione Christian Castorri – rappresenta una delle opere della ricostruzione più complesse e importanti. In questo tratto l’asfalto si è frantumato totalmente rendendo pressoché inesistente il collegamento stradale. Una situazione critica riproposta in diverse altre zone del territorio comunale, prevalentemente collinari, dove si è resa necessaria l’approvazione di progetti di ripristino delle infrastrutture stradali e dei relativi collegamenti".